L'aquila tornerà a volare.

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Grande doppietta. Contro l'Inter ne esce fuori una partita molto bella, che si trascina fino ai supplementari, dove abbiamo la lucidità di chiuderla. In campionato invece ci sbarazziamo del Bologna con un super Maxi Gomèz che ci cuce lo scudetto sul petto. In patria ormai siamo una certezza. In Europa invece ci manca poco per alzare un trofeo

Sul mercato come ti muoverai? Immagino che la priorità restano i terzini
Si, l'obiettivo primario è un terzino destro che non mi faccia rimpiangere Meunier, che ormai è solo l'ombra del mostro visto nelle prime due stagioni.
In seconda battuta un terzino sinistro dove comunque Kurzawa sta ancora benino , Felipe Jonatan è una buona riserva e può giocarci anche Laporte con un overall di 82.

Forse pure qualcos'altro , con 170M e quasi una 30ina per gli ingaggi qualcosa faccio sicuro.

Sto pensando se riscattare Havertz, visto che ho già Luis, Asensio e Correa come TRQ.
 

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Titoli individuali, classifica dei club e rendimento stagionale.

Serie A:
20190416_000832.jpg
Ronaldo supera di due lunghezze Guedes e Maxi Gomèz e conquista il titolo di capocannoniere, l'unico che i laziali non riescono a conquistare.

Coppa Italia:
20190416_000853.jpg
In Coppa, l'Inter, conquista due titoli, capocannoniere e assist man con Keita e Nainggolan.

Classifica mondiale per Club:
20190416_001940.jpg
La Lazio continua la scalata, grazie ai trofei nazionali, superando City, PSG e Juventus, portandosi così al terzo posto, davanti solo le due corazzate di Spagna, Real e Barca.

20190416_001023(0).jpg
20190416_001045.jpg

20190416_001204.jpg
Il palmares della Lazio sotto la gestione Koeman., oltre ai due scudetti consecutivi, 3 Coppe Italia, due Supercoppe nazionali e un'ICC conquistata nella tournèe asiatica del 2021.
 

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
6.077
8.281
113
Grande stagione per Maxi Gomez che segna più gol che presenze in campo. Ottimo Guedes, Savic si conferma il faro di questa squadra. Il palmares ci dice che in patria siamo di un livello superiore. Ora bisogna puntare a vincere qualcosa in ambito internazionale. I giocatori ci sono e le ambizioni pure. La prossima stagione può essere quella giusta
 

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Mercato Lazio, Dubois al Rubin, si lavora per un terzino destro:

L'agente del giocatore ha annunciato la conclusione della trattativa con i russi che pagheranno 8M l'anno al giocatore e 29M al club, che lascia così la Lazio dopo 2 stagioni dopo il suo arrivo dal Lione.
Koeman e la dirigenza sono al lavoro per trovare un giocatore che garantisca un contributo anche in considerazione della fase calante che ha mostrato Meunier, l'ex PSG infatti oltre a difficoltà fisiche ha mostrato di non avere più lo spunto dei suoi primi tempi alla Lazio, ma la sua permanenza non è in discussione.
I nomi sul taccuino degli osservatori sono numerosi, le quotazioni di Pol Lirola sono in calo a causa delle richieste della dirigenza neroverde, mentre aumentano quelle di Henrichs, 25 enne tedesco di proprietà del Monaco neo-campione di Francia, e dell'argentino Montiel, 24enne del River.
Ma non è tutto, sondaggi sono stati avviati anche per Bellerin del Barcellona e Kimmich che si dice in uscita dall'Inter.
Gli outsider di questa corsa sono Mitchell Weiser del Leverkusen e Pedro Pereira del Genoa.

Per la posizione di terzino sinistro la situazione è più complessa, si segue Jorge, 24enne brasiliano del Porto, da molti giudicato il nuovo Alex Sandro, ma la trattativa non sarà facile a causa della concorrenza e della presenza di Kurzawa e Felipe Jonatan.
In mezzo si allontana il riscatto di Havertz, mister Koeman non sarebbe rimasto soddisfatto dei 6 mesi alla Lazio del giovane talento tedesco e sarebbe orientato a rimandarlo a Leverkusen, pur consapevole delle potenzialità del giocatore.

Tramontata definitivamente la pista Saint Maximin con la qualificazione del Nizza alla prossima Champions League, davanti il sogno è Paulinho, anche lui del Leverkusen, chiuso dall'esplosione di Brandt e Leon Bailey, può giocare indistintamente su entrambe le fasce e si giocherebbe il posto nella disposizione tattica alle spalle del centravanti.
La dirigenza avrebbe dato l'ok all'esborso di circa 50M previsto per strapparlo alla formazione Tedesca, pari alla clausola rescissoria.
 

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
6.077
8.281
113
Si fanno grandi nomi in sede di mercato. Bellerin sarebbe un grande colpo, come Jorge sulla sinistra che a me piace molto. In avanti Paulinho stuzzica la fantasia anche se 50 milioni sono tanti
 
  • Like
Reactions: Johan_14

utentedelsito

Giovanissimi A
28 Settembre 2017
540
315
63
Ottima doppietta.. Complimenti!!

Stagione incredibile, la Lazio meritava nettamente di vincere il campionato. Prova di forza in Coppa Italia.. ma in Champions serve più compattezza. Un buon mercato sarebbe già un notevole passo avanti.
 
  • Like
Reactions: Johan_14

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Il calciomercato e l'ICC.

Al primo Luglio la Lazio ha già annunciato due dei rinforzi estivi, sono Benjamin Henrichs del Monaco , arrivato per 18M di cartellino e 4,5M di ingaggio annuale, e Paulinho, percui è stata pagata la clausola rescissoria di 49,8M e che riceverà 6M l'anno per i prossimi tre anni.



20190418_140002.jpg
Il profilo di Paulinho, voluto fortemente da Mr. Koeman.

20190418_135912.jpg
Benjamin Henrichs, chiamato a puntellare la fascia destra biancoceleste.

A seguire gli ingaggi di Josè Gaya, dal Valencia per 45M e 8M di ingaggio annuale, e il gigante Denis Zakaria , dal Wolves, per 16M e 3M di ingaggio annuale.

20190418_140644.jpg
Jose Gayà lascia Valencia e la Liga dopo 9 anni e una carriera in crescendo, che l'ha portato a spodestare Jordi Alba nella nazionale spagnola, decisiva la presenza di tanti spagnoli nella rosa laziale per convincerlo ad accettare la nuova sfida.


20190418_140719.jpg
Denis Zakaria, dato il fisico e la posizione, potrà giocare insieme a Milinkovic-Savic o essere un sostituto qualora manchi il serbo.

Sul fronte cessioni la Lazio resiste a Napoli e Liverpool, rispettivamente per Rodri e Milinkovic-Savic, entrambi dichiarati incedibili, mentre, per non turbare eccessivamente la UEFA la dirigenza lascia partire Rafa Silva, destinazione Nantes, per 27M.
Lombardi continua il suo peregrinare, questa volta al Djion, in Francia.

Per l'inizio dell'ICC in Nord America la rosa laziale è al completo e parte agli ordini del suo condottiero per affrontare il Monaco, l'Ajax e il Celtic Glasgow in vista della sfida di supercoppa contro l'Inter.

Questa la formazione tipo , intravista durante una sessione di allenamento al nuovo centro sportivo sulla Tiberina.

20190418_141039.jpg

Monaco - Lazio 0-2 (53' Luis Alberto, 67' Guedes)
Primo tempo a ritmi molto bassi, con la sola occasione di Pellegri che da buona posizione spara addosso a Strakosha, nella ripresa la Lazio fa valere la sua superiorità tecnica e prima trova il vantaggio con una percussione travolgente di Gayà sulla sinistra, il suo colpo sotto trova Luis Alberto all'altezza del dischetto del rigore che con l'esterno destro anticipa Jemerson e trafigge Subasic.
Il raddoppio è una gemma del solito Luis Alberto, il mago prima innesca Moura nello spazio alla sinistra, poi segue l'azione tagliando all'interno, il brasiliano alza il pallone tra due avversari, Luis Alberto lo centra dall'out di destra, la palla attraversa l'area piccola e trova la battuta di Guedes in arrivo dal lato opposto.

Lazio - Celtic 3-1 (31' Milinkovic-Savic, 45' Asensio, 83' Morgan, 91' Asensio)
Turnover ragionato di Mister Koeman, con la fascia a Milinkovic-Savic e Luis Alberto a riposo, per il Celtic è già gara da dentro o fuori a causa della pesante sconfitta subita dall'Ajax nel turno precedente, e infatti la prima mezz'ora è unicamente a tinte biancoverdi, che prima sprecano un'occasione clamorosa con Griffiths davanti alla porta, poi falliscono un penalty con Brown, concesso per intervento di Luiz Felipe sullo stesso Griffiths.
La Lazio palleggia e ragiona, e trova il vantaggio su un calcio d'angolo di Lucas Moura, con Milinkovic che sovrasta il suo diretto marcatore ed infila il primo palo.
Sul finire di tempo Asensio raddoppia con una azione personale conclusa magnificamente con un colpo sotto a scavalcare Forster, l'ex di turno.
Nella ripresa la Lazio cerca di gestire il risultato , ma a causa di una incomprensione tra Henrichs e Rugani quest'ultimo è chiamato a concedere una punizione da posizione pericolosa.
Dall'angolo corto dell'area la palla attraversa tutta l'area, sul secondo palo Morgan di testa accorcia sfruttando un'errore di Guerrieri che riapre potenzialmente la gara, fino a quando in pieno recupero Asensio trova l'angolo basso alla destra di Forster dal limite dell'area e chiude definitivamente i conti.

Ajax - Lazio 0-4 (10' Luis Alberto, 23' Milinkovic-Savic, 45' Gomèz, 61' Asensio)
La sfida più attesa, ambo le squadre a 6 punti dopo due vittorie e lo spareggio per aggiudicarsi il trofeo e soprattutto i soldi in palio per questa tourneè.
Ancora una volta la Lazio parte a rilento e Dolberg la grazia dopo aver saltato anche Strakosha, il suo tiro batte sul palo e Rugani riesce a spazzare.
Pochi minuti dopo e Paulinho, alla prima dall'inizio, scherza Blind con un tunnel, e questo lo abbatte.
Punizione sui 25 metri, Luis Alberto posiziona la palla e dipinge una traiettoria imparabile per Trapp.
L'Ajax si alza in cerca del pari e questo favorisce il piano di gioco della Lazio, che prima sfiora il raddoppio con Gomèz, il cui diagonale viene deviato dal provvidenziale rientro difensivo di Magallan, dall'angolo seguente è ancora Milinkovic ad anticipare tutti e trovare l'angolino alla sinistra del portiere.
Ancora un legno per l'Ajax, Neres va via alla marcatura di Felipe Jonathan e centra per l'accorrente De Beek che appoggia a Labyad, il cui tiro centra la traversa e si spegne sul fondo.
Gomèz segna il terzo allo scadere della prima frazione, ancora una punizione di Luis Alberto, ancora Milinkovic-Savic di testa, stavolta il portiere intuisce e respinge, ma Gomèz è il più veloce a ribadire in rete.
Nella ripresa la gara si spegne totalmente , guidata perlopiù da spunti solitari dei nuovi entrati, così Immobile e Asensio combinano per il 4-0, il trequartista spagnolo prima serve all'attaccante la palla per una facile conclusione che però viene ribattuta, così è ancora Asensio a controllare e ribadire nuovamente a rete.

20190418_162226.jpg
La chiusura del torneo estivo, 3 vittorie, 9 gol fatti, 1 subito.

Sviluppi:
- Maxi Gomèz, ruolo squadra Lottatore liv.1
- Guedes, ruolo squadra Maestro liv. 3
- Milinkovic-Savic, ruolo squadra trascinatore, liv. 1
- Asensio, ruolo squadra Regista liv. 3
- Mensah, ruolo squadra Leader liv. 2
 

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
6.077
8.281
113
Mercato spaziale. Zakaria ottimo (lo sto seguendo anch’io), Paulinho un fenomeno vedendo come è cresciuto, Gayà e Henrichs due certezze che vanno a rinforzare il settore dove eravamo più vulnerabili. Hai messo su una rosa fantastica. Forse l’unico neo è il secondo portiere che ha un overall troppo basso, ma per il resto con questa squadra dobbiamo puntare alla Champions. Intanto la ICC la vinciamo a mani basse. Ottimo segnale in attesa di giocare la Supercoppa
 
  • Like
Reactions: Johan_14

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Prendere un portiere più forte per farmi da secondo mi sembrava poco sensato, potrei farlo, e in realtà avrei i regen di Buffon e Reina nella mia primavera (sigh...) e ancora una 70ina di milioni da spendere con cui potrei volendo aggiungere qualcosa, ma come vedi ho tenuto quasi tutti i ragazzi Laziali all'interno della rosa, Murgia, Guerrieri, Lombardi (che girovaga in prestito nella speranza di vedere un aumento del suo overall) per ragioni di appartenenza. :p

L'obiettivo è vincere almeno una CL e/o raggiungere il primo posto nel ranking per club.
 

utentedelsito

Giovanissimi A
28 Settembre 2017
540
315
63
ICC perfetta, mercato ottimo.. anche se nutro qualche riserva circa le abilità difensive di Gaya. Anche perché il lato sx con Guedes e SMS mi sembra un po'sbilanciato.
 
  • Like
Reactions: Johan_14

Amsy 18

Primi Calci
20 Aprile 2019
13
10
3
33
Bergamo
Ciao sono nuovo del gruppo, complimenti per la tua carriera lo letta tutta e coinvolgente, anche io tra qualche giorno inizierò la mia con Roby Baggio spero di divertirmi e far divertire
 
  • Like
Reactions: Johan_14

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
20190420_223015.jpg
Le formazioni della supercoppa Italiana che vede di fronte Lazio e Inter.
Assenti Asensio, Gayà e Rugani nella Lazio, Paulinho dal primo minuto sull'out di destra, Icardi parte dalla panchina nei nerazzurri.

Supercoppa Italiana:
Lazio-Inter 3-3, 7-5 dcr (3' Martinez, 15' Milinkovic-Savic, 53' Rodri, 68' Martinez, 80' Keità, 84' Moura)

Lazio subito in affanno dopo 3 minuti, errore in disimpegno di Mensah che mette in difficoltà Kurzawa, Keità riconquista e verticalizza subito per Lautaro Martinez che davanti a Strakosha porta i nerazzurri avanti.
La Lazio fatica a riorganizzarsi e Nainggolan manca la palla del raddoppio, centrando il palo.
Il pareggio della Lazio arriva su una bella iniziativa di Paulinho sulla destra, servito da Luis Alberto l'ex Leverkusen supera Dalbert e taglia un perfetto cross a centroarea, di prima Milinkovic-Savic trafigge Burki e ristabilisce la parità.
E' ancora Inter, nel corso della prima fase, che spreca ulteriori occasioni sia con Keità che con Martinez, mentre la Lazio incassa e cerca di pungere di rimessa, allo scadere del primo tempo una sassata di Guedes scalda i guantoni di Burki.
Di rientro dagli spogliatoi il copione sembra cambiare , la Lazio crea prima un'occasione con Gomèz che trova la reazione di Burki in angolo, sul corner seguente Milinkovic stacca di testa e centra la traversa, la palla rientra in campo ma il tiro di Guedes a botta sicura viene murato.
Ancora angolo, ancora Luis Alberto, stavolta sul secondo palo trova Rodri che anticipa tutti e supera Burki.
Ancora Rodri avrebbe la palla per chiudere i conti, dopo aver riconquistato palla con un pressing su De Vrji arriva troppo stanco davanti alla porta e calcia a lato solo di fronte al portiere.
Pari nerazzurro che arriva ancora con Lautaro Martinez, autentica spina nel fianco della difesa laziale, finalizza magnificamente in semi rovesciata su cross di Gaston Pereiro.
La Lazio sembra colpita e pochi minuti dopo si trova sotto, Strakosha respinge miracolosamente su Martinez ma nulla può sul tap-in di Keita che porta l'inter sul 3-2.
Lazio tutta avanti alla disperata ricerca del pari che arriva con Moura, subentrato a Paulinho a causa di un contrasto di Nainggolan sul brasiliano, che raccoglie una punizione di Kurzawa dalla trequarti e la devia alle spalle di Burki.
3-3 e si va così ai supplementari, dove la stanchezza annulla entrambi gli attacchi, così si deciderà con la lotteria dei rigori, gli errori di Perisic e Kampl daranno la vittoria alla Lazio, con i biancocelesti implacabili dal dischetto.
20190420_231149.jpg
Il tabellino di una gara in cui forse i nerazzurri meritavano qualcosa di più.

20190420_231503.jpg
Paulinho resterà lontano dai campi per 4 settimane...
 
  • Like
Reactions: Ronin

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
6.077
8.281
113
Il primo vero trofeo lo portiamo a casa al termine di una partita spettacolare e ricca di gol. Lucas Moura ci toglie le castagne dal fuoco segnando il gol del 3-3. Poi ai rigori siamo infallibili a differenza dell'Inter. Peccato solo per l'infortunio di Paulinho. Appena arrivato finisce subito in infermeria :D

P.s: quanto odio i cali di overall se si cambia posizione. Paulinho da ESA ad EDA perde ben 5 punti, davvero troppi per me. Posso capire se lo metti terzino, ma farlo giocare nello stesso ruolo ma solo dall'altra parte del campo non ti può far calare così drasticamente l'overall
 
  • Like
Reactions: Johan_14

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Si, infatti, poveraccio, Nainggolan me l'ha massacrato tutta la partita, alla fine ha speso il giallo e me l'ha scassato, pure nei giochi risulta antipatico... :p
 
  • Like
Reactions: giuliosr e Ronin

Johan_14

Giovanissimi A
28 Dicembre 2018
419
495
63
32
Inizia il campionato.

Lazio-Udinese 1-0 (40' Luis Alberto)
Una Lazio, apparentemente ancora imballata e stanca dalle fatiche di supercoppa ospita l'Udinese in una gara combattuta, non certo spettacolare, in cui alla fine emerge Strakosha come migliore in campo.
La prima palla gol è per i padroni di casa, la combinazione tra Immobile e Guedes manda il portoghese al tiro, ma Musso si oppone e devia la conclusione, troppo centrale.
L'Udinese inizia a macinare gioco, e al 20' conquista la sua grande occasione, d'Alessandro supera Henrichs che lo stende appena dentro l'area, rigore per gli ospiti, dal dischetto Lasagna si fa ipnotizzare da Strakosha, che come in Supercoppa contro l'Inter, indovina l'angolo e respinge il pallone.
Ancora Udinese alla mezz'ora, Felipe Vizeu liberato da Lasagna calcia addosso a Strakosha, sulla ribattuta Fofana a colpo sicuro trova l'opposizione di Kurzawa sulla linea.
La Lazio supera le fatiche e passa con una magia di immobile, che si allarga e punta Nuytinck, lo salta e mette in mezzo per l'accorrente Luis Alberto che di piatto infila l'angolo alla destra di Musso.
Ripresa quasi di puro contenimento, il solo Immobile, in contropiede, mancherà un'occasione per il raddoppio a pochi minuti dalla fine, mentre il forcing dell'Udinese servirà solo ad esaltare i riflessi di Strakosha.

20190421_002841.jpg
Milinkovic-Savic calciatore dell'anno per l'Europa, battuti nettamente Messi e Ziyech, che insieme totalizzano meno voti del campione serbo.

Annunciati anche i gironi di Champions League, la Lazio finisce nel gruppo A con Chelsea, PSV e i belgi dell'Antwerp.

20190421_003617.jpg

Lazio - Juventus 1-1 (62' Tolisso, 94' Asensio)

20190421_003817.jpg
Le formazioni di Lazio-Juve, biancocelesti in 11 tipo, con il solo Rugani out, al suo posto Mensah affianca Laporte, nella Juve Talisca e i nuovi acquisti Tolisso e Christansen.

La partita inizia a forti tinte biancocelesti, dopo due minuti la punizione di Luis Alberto centra la traversa sotto lo sguardo sorpreso di un Perin rimasto totalmente fermo.
Ancora Lazio poco dopo, Savic da trenta metri sfiora l'incrocio dei pali.
La Juve emerge alla distanza, e sul finire di tempo crea un'occasione clamorosa che Dybala spreca malamente calciando fuori dal limite dell'area piccola.
Nella ripresa una Lazio eccessivamente attendista si fa chiudere nella propria metà campo dagli ospiti, e dopo che Ronaldo testa i riflessi di Strakosha, bravo a respingere alla sua destra sul portoghese, non può nulla sulla ribattuta del francese Tolisso che porta i bianconeri in vantaggio.
La Lazio riprende allora a spingere alla ricerca del pareggio, ed in dieci minuti crea tre nitide occasioni, prima centra un palo con Correa, subentrato a Luis Alberto, poi di nuovo il palo ferma Gomèz.
Milinkovic si mette in proprio ed impegna Perin dalla distanza, e proprio quando il tempo sembra scaduto una serpentina di Asensio in area permette allo spagnolo di liberarsi al tiro e infilare Perin in pieno recupero.
Del pareggio tra le due litiganti si approfitta il Milan, che stacca le rivali e si porta a 6 punti.

20190421_010005.jpg
Tabellino di Lazio-Juve, biancocelesti ancora imprecisi sia nei passaggi che nelle conclusioni.

20190421_010200.jpg

Kane-Lazio ai dettagli.
L'ultimo giorno di mercato si conclude con il botto in casa Lazio, La Lazio coglie l'occasione di capitalizzare l'interesse del Totenham per Paco Alcacer avanzando alla dirigenza londinese una proposta sorprendente, eppure intrigante.
La Lazio infatti non solo offre l'attaccante spagnolo, chiuso a Roma, ma anche 34M in cambio di Harry Kane, l'attaccante inglese percepirà uno stipendio da 8M l'anno.
L'attaccante inglese, ormai 29 enne, è in cerca di una nuova sfida, in un gruppo più competitivo, l'assenza dalle competizioni europee per gli Spurs rappresenta l'occasione irripetibile che mister Koeman e li dirigenza laziale decidono di sfruttare.

20190421_011622.jpg



Sviluppi:
Felipe Jonatan, ruolo squadra Leader liv.1
 
  • Like
Reactions: Ronin

Mauri1883

Pulcini
11 Ottobre 2018
55
32
18
32
Il calciomercato e l'ICC.

Al primo Luglio la Lazio ha già annunciato due dei rinforzi estivi, sono Benjamin Henrichs del Monaco , arrivato per 18M di cartellino e 4,5M di ingaggio annuale, e Paulinho, percui è stata pagata la clausola rescissoria di 49,8M e che riceverà 6M l'anno per i prossimi tre anni.



Vedi l'allegato 116463
Il profilo di Paulinho, voluto fortemente da Mr. Koeman.

Vedi l'allegato 116466
Benjamin Henrichs, chiamato a puntellare la fascia destra biancoceleste.

A seguire gli ingaggi di Josè Gaya, dal Valencia per 45M e 8M di ingaggio annuale, e il gigante Denis Zakaria , dal Wolves, per 16M e 3M di ingaggio annuale.

Vedi l'allegato 116464
Jose Gayà lascia Valencia e la Liga dopo 9 anni e una carriera in crescendo, che l'ha portato a spodestare Jordi Alba nella nazionale spagnola, decisiva la presenza di tanti spagnoli nella rosa laziale per convincerlo ad accettare la nuova sfida.


Vedi l'allegato 116465
Denis Zakaria, dato il fisico e la posizione, potrà giocare insieme a Milinkovic-Savic o essere un sostituto qualora manchi il serbo.

Sul fronte cessioni la Lazio resiste a Napoli e Liverpool, rispettivamente per Rodri e Milinkovic-Savic, entrambi dichiarati incedibili, mentre, per non turbare eccessivamente la UEFA la dirigenza lascia partire Rafa Silva, destinazione Nantes, per 27M.
Lombardi continua il suo peregrinare, questa volta al Djion, in Francia.

Per l'inizio dell'ICC in Nord America la rosa laziale è al completo e parte agli ordini del suo condottiero per affrontare il Monaco, l'Ajax e il Celtic Glasgow in vista della sfida di supercoppa contro l'Inter.

Questa la formazione tipo , intravista durante una sessione di allenamento al nuovo centro sportivo sulla Tiberina.

Vedi l'allegato 116467

Monaco - Lazio 0-2 (53' Luis Alberto, 67' Guedes)
Primo tempo a ritmi molto bassi, con la sola occasione di Pellegri che da buona posizione spara addosso a Strakosha, nella ripresa la Lazio fa valere la sua superiorità tecnica e prima trova il vantaggio con una percussione travolgente di Gayà sulla sinistra, il suo colpo sotto trova Luis Alberto all'altezza del dischetto del rigore che con l'esterno destro anticipa Jemerson e trafigge Subasic.
Il raddoppio è una gemma del solito Luis Alberto, il mago prima innesca Moura nello spazio alla sinistra, poi segue l'azione tagliando all'interno, il brasiliano alza il pallone tra due avversari, Luis Alberto lo centra dall'out di destra, la palla attraversa l'area piccola e trova la battuta di Guedes in arrivo dal lato opposto.

Lazio - Celtic 3-1 (31' Milinkovic-Savic, 45' Asensio, 83' Morgan, 91' Asensio)
Turnover ragionato di Mister Koeman, con la fascia a Milinkovic-Savic e Luis Alberto a riposo, per il Celtic è già gara da dentro o fuori a causa della pesante sconfitta subita dall'Ajax nel turno precedente, e infatti la prima mezz'ora è unicamente a tinte biancoverdi, che prima sprecano un'occasione clamorosa con Griffiths davanti alla porta, poi falliscono un penalty con Brown, concesso per intervento di Luiz Felipe sullo stesso Griffiths.
La Lazio palleggia e ragiona, e trova il vantaggio su un calcio d'angolo di Lucas Moura, con Milinkovic che sovrasta il suo diretto marcatore ed infila il primo palo.
Sul finire di tempo Asensio raddoppia con una azione personale conclusa magnificamente con un colpo sotto a scavalcare Forster, l'ex di turno.
Nella ripresa la Lazio cerca di gestire il risultato , ma a causa di una incomprensione tra Henrichs e Rugani quest'ultimo è chiamato a concedere una punizione da posizione pericolosa.
Dall'angolo corto dell'area la palla attraversa tutta l'area, sul secondo palo Morgan di testa accorcia sfruttando un'errore di Guerrieri che riapre potenzialmente la gara, fino a quando in pieno recupero Asensio trova l'angolo basso alla destra di Forster dal limite dell'area e chiude definitivamente i conti.

Ajax - Lazio 0-4 (10' Luis Alberto, 23' Milinkovic-Savic, 45' Gomèz, 61' Asensio)
La sfida più attesa, ambo le squadre a 6 punti dopo due vittorie e lo spareggio per aggiudicarsi il trofeo e soprattutto i soldi in palio per questa tourneè.
Ancora una volta la Lazio parte a rilento e Dolberg la grazia dopo aver saltato anche Strakosha, il suo tiro batte sul palo e Rugani riesce a spazzare.
Pochi minuti dopo e Paulinho, alla prima dall'inizio, scherza Blind con un tunnel, e questo lo abbatte.
Punizione sui 25 metri, Luis Alberto posiziona la palla e dipinge una traiettoria imparabile per Trapp.
L'Ajax si alza in cerca del pari e questo favorisce il piano di gioco della Lazio, che prima sfiora il raddoppio con Gomèz, il cui diagonale viene deviato dal provvidenziale rientro difensivo di Magallan, dall'angolo seguente è ancora Milinkovic ad anticipare tutti e trovare l'angolino alla sinistra del portiere.
Ancora un legno per l'Ajax, Neres va via alla marcatura di Felipe Jonathan e centra per l'accorrente De Beek che appoggia a Labyad, il cui tiro centra la traversa e si spegne sul fondo.
Gomèz segna il terzo allo scadere della prima frazione, ancora una punizione di Luis Alberto, ancora Milinkovic-Savic di testa, stavolta il portiere intuisce e respinge, ma Gomèz è il più veloce a ribadire in rete.
Nella ripresa la gara si spegne totalmente , guidata perlopiù da spunti solitari dei nuovi entrati, così Immobile e Asensio combinano per il 4-0, il trequartista spagnolo prima serve all'attaccante la palla per una facile conclusione che però viene ribattuta, così è ancora Asensio a controllare e ribadire nuovamente a rete.

Vedi l'allegato 116468
La chiusura del torneo estivo, 3 vittorie, 9 gol fatti, 1 subito.

Sviluppi:
- Maxi Gomèz, ruolo squadra Lottatore liv.1
- Guedes, ruolo squadra Maestro liv. 3
- Milinkovic-Savic, ruolo squadra trascinatore, liv. 1
- Asensio, ruolo squadra Regista liv. 3
- Mensah, ruolo squadra Leader liv. 2
Una bella squadra con una difesa molto calibrata, una domanda volevo farti con Asensio ala ti ci trovi? Io lo presi in una carriera e da Ala non mi rese molto invece sulla trequarti riuscivo a fargli fare il vero fantasista.
 
  • Like
Reactions: Johan_14