PES League – Walid Rachid, Francia sul tetto del mondo

Il transalpino conquista il titolo in finale contro l'Austriaco, fuori ai gironi il nostro Renzo

771
0
CONDIVIDI

Renzo come la Juve, sconfitto a Berlino al cospetto dei più forti, ma con la soddisfazione di esserci stato e di aver provato a giocarsi le sue carte. Con qualche rimpianto in più dei bianconeri di Max Allegri? Forse sì, perché se Buffon e compagni avevano di fronte un avversario oggettivamente più forte, il nostro campione Lo Scandalo possedeva come gli altri il potenziale per giungere dove già Ettore Giannuzzi era arrivato in passato: in cima al mondo. Il player barese, bi-campione d’Italia e recentemente approdato al clan scudettato dell’Ordine dei Cavalieri, viene eliminato nella severissima fase preliminare a gironi (soltanto due i player a passare il turno su sei), collezionando due vittorie contro il campione di Honk Hong e quello svedese, ma perdendo contro l’ex numero uno al mondo greco, il belga e lo spagnolo. Poteva andare meglio, Renzo disputa un mondiale “in bolla” ma ormai, alla seconda partecipazione consecutiva può considerarsi quasi di casa: e a certi livelli, la considerazione dei propri avversari è un fattore decisivo in più nel sottile equilibrio tra una vittoria e una sconfitta. Alla fine, a Berlino, a ridosso della finalissima di Champions League vincerà il francese Walid “Usmakabyle” Rachid, battendo in finale l’austriaco Matthias Luttenberger e aggiungendo un altro titolo alla bacheca dei transalpini.