PES 2014, analisi del teaser trailer

638
0
CONDIVIDI

Dopo il breve ma intenso teaser trailer di PES 2014 analizziamo quello che abbiamo visto nel dettaglio. Per leggere tutta la nostra analisi fate click qui!

Il primissimo istante mette in evidenza subito quello che sarà il tema principale di Pes 2014: la rappresentazione fedele della realtà. Si nota immediatamente il volto di un giocatore molto dettagliato, nei pori della pelle, nella rugosità del viso, nell’espressione visiva del sudore che trasuda dalla pelle.
E’ l’eredità del Fox Engine che si mostra subito in azione.

Al minuto 0:03 un gradito ritorno.
L’erba in 3d, scomparsa dai campi di Pes sin da pes 2011 ritorna ed è più dettagliata che mai. Da notare anche il portiere in lontananza, i cartelloni pubblicitari e gli striscioni che danno nettamente l’idea che questa immagine sia ingame.

Al minuto 0:05 viene messa in evidenza la fluidità di alcune delle nuove animazioni di Pes 2014, e qui in particolare il controllo di palla nelle situazioni di dribbling dell’avversario

Il busto che si intravede un secondo dopo è spaventoso per espressività, si notano i particolari delle espressioni del viso, i denti digrignati in una smorfia di dolore, la vena del collo ingrossata.

Al secondo 0:09 l’elemento più realistico e impressionante di questo teaser: la folla. Il pubblico si muove in modo armonioso, non è più un insieme di modelli 3d scarsamente modellati, ma è ben caratterizzata. Questa parte del trailer evidenzia come il pubblico sarà un elemento importantissimo all’interno di Pes 2014, cosa già evidenziata nell’articolo di Edge di Marzo scorso.

Al secondo 0:12 c’è una fluidissima scivolata di un giocatore, molto diversa da quelle di Pes 2013

Al secondo 0:13 notiamo un altro particolare a cui si era già accennato nell’articolo di Edge: la possibilità di saltare sulle spalle dell’avversario per darsi una spinta verso l’alto e conquistare un pallone vagante.

Al secondo 0:16 due giocatori lottano in modo fluido e con animazioni realistiche gomito a gomito: altro elemento che ritorna dall’articolo di Edge.

Al secondo 0:19 viene mostrato uno stadio ingame con coreografie sugli spalti, richiamo particolare all’interattività del pubblico a cui si è già fatto accenno in passato quando si è parlato di relazione fra pubblico e giocatori in campo.

Dal secondo 0:20 al secondo 0:26 vengono mostrate diverse nuove animazioni tutte caratterizzate da un solo comune denominatore: la fluidità. Il nuovo sistema di animazioni basato sulla fisica del baricentro sembra aver eliminato definitivamente le animazioni legnose che erano state presenti fino a Pes 2013. E’ un teaser, è presto per giudicare, ma è bene far notare come tutte le animazioni ingame siano presumibilmente di un altro livello rispetto a quelle di tutti i Pes per Ps3 e Xbox 360.

Al secondo 0:28 viene mostrato il nuovo pallone ufficiale di PES 2014, con ben in vista il logo Fox Engine, quasi a voler mostrare a tutti chiaramente che il gioco si basa interamente sul motore della Kojima Productions, una garanzia di qualità.

I secondi finali del trailer mostrano il motto di PES 2014: “Everything is engineered with emotion”, ossia tutto il gioco si incentra sull’idea di trasmettere le emozioni che si provano sul campo di gioco e sugli spalti durante una partita. Come si diceva, rappresentazione realistica ed emozionante del gioco del calcio.

A poco meno di una settimana dal Pre-E3 di Konami in cui vedremo un dietro le quinte sullo sviluppo del gioco, e a poca distanza da un nuovo trailer che verrà mostrato all’E3 questo teaser svolge perfettamente il proprio compito. Incuriosisce, spinge l’osservatore a ricercare dettagli e fa aumentare l’attesa per l’annuncio vero e proprio di PES 2014.

Per tutti i dettagli sul nuovo PES seguiteci sul sito e su Facebook, a questo indirizzo.