L’editoriale di Fabio Cannatà

302
0
CONDIVIDI

E’ cambiato qualcosa da quando anch’io facevo i tornei PES League, da quando anch’io ho partecipato prima agli Internazionali di Busnago, e poi alla finale nazionale di Roma su PES 5. E’ cambiato il contorno, se ci penso, sono cambiate le facce (non tutte), ma non l’emozione di far parte di un’elite, la magia di competere per un titolo nazionale. Era il tempo di Auron, di Kerobba, di Legend e di Tigermask, anche se io venni eliminato dal mitico Simon Larocca dei Killjoy, e da quel maledetto di SteoTNT. Probabilmente a questo tipo di finali non mi sarei qualificato, perciò se penso all’attesa di chi ce l’ha fatta, mi rendo conto di quanto possa essere piacevolmente frenetica l’attesa per domenica, quando saranno solo in trentadue tra le migliaia di giocatori che hanno partecipato all’ultima PES League.
E’ ormai tutto pronto, il Tardini aspetta il suo campione nell’era di Ettorito, che anche stavolta arriva all’appuntamento decisivo come l’uomo da battere. Lo dicono i numeri, lo dice il sondaggio lanciato da PESFAN, lo dice la logica di una finale che comunque non sarà esente da sorprese. C’è da scommetterci. L’ottima prestazione di Salvo88 a Londra, e i numerosi vincitori di stagione, testimoniano come il livello sia elevatissimo per non lasciare aperto il pronostico a più di un nome. Sono sincero, mi piacerebbe che vincesse uno dei vecchi leoni. Un Pavel un Legend, qualcuno che ha dato tanto a questo movimento, qualcuno che della PES League è ormai un’icona vivente. Mi affascina anche l’ipotesi del colpo a effetto del player che non t’aspetti come stava succedendo l’anno scorso con Flanders, e sono del resto convinto che chiunque si porterà a casa il titolo… alla fine se lo sarà meritato.

Nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a far grande quest’ennesima stagione, e nel fare l’ in bocca al lupo a tutti i qualificati, colgo l’occasione per ricordare che domenica la finale verrà raccontata in diretta sulle pagine di pesleague.it, con aggiornamenti continui sui risultati e sugli eventi, oltre al LIVE MATCH minuto per minuto della finalissima!
Tutti coloro che non avranno il piacere e la fortuna di essere presenti al Tardini, dunque, potranno comunque vivere seppur da lontano l’atmosfera, le emozioni e i verdetti della FINALE 2011!

STAY TUNED!