⚠️ Per amore del calcio [PROSSIMAMENTE…]

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

ElDiablo

Primavera
22 Gennaio 2020
2.465
3.773
113
PER AMORE DEL CALCIO

Ricordi…
Gelserchirken, 26/05/2004

176010

Ricordo quella notte. Era il 26 maggio del 2004, davanti a 53mila spettatori.
Secondo tempo, noi in vantaggio già 1-0. Il pallone arrivò rasoterra da sinistra. Giunse proprio ai miei piedi, ero poco oltre il limite dell’area. Controllai di destro, me la spostai di poco e calciai: un rasoterra con l’interno che batte Flavio Roma. Tutti ad abbracciarmi, il sogno era a un passo.

Oh si… Me la ricordo ancora adesso, quella notte. Avevo appena segnato in una finale di Champions League… E l’avevo anche vinta. Fu la prima volta, ma non l’ultima.

Ho avuto la fortuna di essere allenato dai migliori, come calciatore: Mourinho, Rijikard, Scolari, Ancelotti, e non solo. Ho sfiorato un pallone d’oro, ho vinto tre campionati portoghesi, due campionati spagnoli, una Premier League, un campionato brasiliano, una coppa UEFA e ben due Champions League, e ho quasi vinto anche un clamoroso europeo, sempre nel 2004.

Beh, non son stato proprio l’ultimo della classe, posso dirlo. Individualmente son stato anche eletto miglior centrocampista della Champions 2004, e nello stesso anno anche miglior calciatore portoghese.

Mi chiamo Anderson Luìs de Souza, ma per gli amici come voi posso avere un soprannome.

Chiamatemi pure Deco.

176011





Continua…

[Questa carriera inizierà in futuro, dopo la conclusione con la prima annata con i Gunners, e sarà alternativa come spin-off o adiacente e contemporanea all’altra. Vi avviso… Sperimenterò molte novità in questa Master. Il protagonista sará l’allenatore; ma ci saranno tanti altri personaggi: osservatori, d.s., giornalisti, tifosi. Il club non avrà centralità come nella storia dell’Arsenal, ma l’avrà l’allenatore.]
 

papawaigo77

Allievi B
7 Ottobre 2012
789
1.318
93
Che giocatore che era Deco. Ballava sulle punte.
Ora sembra intendersene di talento, visto che ha trasferito Tapsoba al Bayer e ha sotto procura con la sua agenzia diversi giocatori davvero promettenti. Curioso di vedere quale sarà la tua meta.
 
  • Like
Reactions: ElDiablo

ElDiablo

Primavera
22 Gennaio 2020
2.465
3.773
113
Che giocatore che era Deco. Ballava sulle punte.
Ora sembra intendersene di talento, visto che ha trasferito Tapsoba al Bayer e ha sotto procura con la sua agenzia diversi giocatori davvero promettenti. Curioso di vedere quale sarà la tua meta.
Ne ero innamorato, ricordi la voce che lo vedeva vicino all’Inter se non erro nel 2007 o 2008? Passavo le giornate ad acquistare la Gazzetta sperando di leggere la fumata bianca, che poi non arrivò mai. Poi fu il turno di Lampard, e l’esito fu il medesimo… Che tempi.

Da qualche anno ora Deco si è immerso nel mondo dei procuratori/procacciatori, forse volendo ricalcare i passi del connazionale Jorge Mendes, ma in questa carriera potreste vederlo nell’inedito ruolo di allenatore.
 

ElDiablo

Primavera
22 Gennaio 2020
2.465
3.773
113
QUESTIONE DI CONTATTI

176184

Son passati diversi anni dal mio ritiro, ormai avvenuto nel 2013. Seppure la mia vita ormai sia agiata e ricca di appagamento, da tempo avverto mancare qualcosa a livello umano, e soprattutto a livello di stimoli. Come potrete immaginare, per uno sportivo sono tutto, e finita la parentesi professionistica ho avvertito questa assenza in maniera acuta. Non ve lo nasconderò: ho deciso di provare a far contare il mio nome nel mondo calcistico in una nuova veste, un nuovo ruolo. Ho pensato anche di allenare, non affatto per vile denaro, ma per amore del calcio, e della vita. Una scelta maturata dentro me stesso ma che, anche se di nome fai Deco, non è sempre così semplice e immediato.


176182

La seconda Champions la vinsi con il Barcellona nel 2006, nella finale con l’Arsenal, con il gol decisivo di Juliano Belletti.

Proprio ripensando a quel giorno, decisi di chiamare un maestro, ma soprattutto un amico…per un consiglio. Frankie Rijkaard.


176183

«Mister! Come va?»

«Oh, Anderson! Che piacere sentirti… bene, e tu?»

«Me la cavo. Qui in Brasile non si sta male. Stavo riguardando un po’ di vecchi ricordi... Mi è capitata tra le mani la Champions del 2006, la medaglia… e allora ho detto, sentiamo un po’ come sta il mio vecchio mister! Tu si che te la passi bene…»

«Che serata quella eh! Diciamo che non ci si lamenta. È da un po’ che non ci sentiamo però, scommetto che c’è di più in questa chiamata…»

«Tu si che mi conosci! Eh, grande mister...»

«Sono a tua disposizione, dimmi»

Frankie Riijkard ha smesso di allenare da diversi anni. Dopo aver guidato il Barcellona e il Galatasaray, ha deciso di mollare questo mondo a seguito anche di varie esperienze minori in giro per il mondo, definendosi stanco dal calcio, in una sorta di percorso di disintossicazione…

«Vorrei tanto iniziare ad allenare. Ho fatto il corso, ho l’abilitazione. Ma…»

«Ma cosa!?… comincia, no!?»

«Ma mister! Vorrei capire se posso essere all’altezza. Se sono pronto, se è una cosa così, immediata...O se mi serve gavetta, più tempo. Insomma vedo un sacco di ex colleghi che ora si stanno affermando. E ho pensato… e se ora toccasse a me!? Si, sto impazzendo, mi continua a picchiare i testa questa idea da tempo, è il momento…»

«Se dentro la tua testa è viva questa fiamma, è giusto tenerla ardente. In campo tu eri il nostro mago. Facevi la differenza, sai com’è strutturato il gioco. Giusto qualche giorno fa leggevo un articolo che diceva che i migliori allenatori di oggi sono tutti ex centrocampisti. Dammi retta… Alza il telefono e chiama Jorge, saprà sicuramente aiutarti.»

176197

Neanche il tempo di mettere giù la chiamata con Rijkaard, dopo averlo ringraziato, che già sto componendo il numero di Jorge Mendes. Era chiara la mia volontà di associarmi alla GestiFute, la sua società, e di affidarmi a lui o a qualche suo emissario per cercarmi una panchina…

176189


«Hola, amigo!»

«Ciao Jorge! Ti disturbo?»

Mendes ha trattato i miei interessi negli anni che ho passato da calciatore, e anche quasi ogni mio trasferimento. Era a ogni effetto il mio procuratore. La sua società, la GestiFute, nata nel 1996, cura gli interessi di parecchi calciatori e allenatori, per lo più portoghesi, ma anche brasiliani, spagnoli, argentini, tra cui James, Bernardo Silva, Fabinho, Ruben Neves, Cancelo, Ederson, Falcao, Diego Costa, Rui Patricio, Guedes, ma anche molti altri tra cui — ovviamente – Cristiano Ronaldo. Fra gli allenatori spicca il mio vecchio mister Josè Mourinho, ma anche Espírito Santo e Fonseca.

«No, sai che tu non disturbi mai amico…»

«Senti, volevo buttartela lì. Ho deciso di allenare. O meglio…Mi piacerebbe! Che ne dici te?»

«Oh! Ma oggi è il mio giorno fortunato, Dequito? Non sai da quanto aspettavo questa chiamata furbacchione…»

«Dai non prendermi in giro! Sii serio!»

«Ma sono serio! Qui ogni giorno ci sono panchine che saltano, poi dopo questa storia del Covid sai quanti club vogliono rifondare? Vai sereno… Prendi un aereo tra qualche giorno e raggiungimi a Madeira, che devo firmare due carte con Cristiano. Ci vediamo subito dopo e te ne parlo bene»



Carico di entusiasmo riattaccai il cellulare con appuntamento alla settimana successiva.

176202
 
  • Like
Reactions: 10maggio

papawaigo77

Allievi B
7 Ottobre 2012
789
1.318
93
Il Porto sarebbe fin troppo banale per cui mi lancio e dico Wolverhampton o Valencia, squadre in cui Mendes piazza i suoi assistiti e gestisce in maniera occulta i club interi.
 

ElDiablo

Primavera
22 Gennaio 2020
2.465
3.773
113
Il Porto sarebbe fin troppo banale per cui mi lancio e dico Wolverhampton o Valencia, squadre in cui Mendes piazza i suoi assistiti e gestisce in maniera occulta i club interi.
Squadre di rango fin troppo alto. Per quello standard mi tengo l’Arsenal parallelamente. Diciamo che si potrebbe partire un filino più in basso… :)
 

0snake7

Primavera
30 Dicembre 2013
3.171
3.537
113
CO - Como
PSN ID
ZioWilly86
Cos'è?ho attaccato la mania della doppia master? :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:
Peccato che non fai i Wolves,magari li portavi in fondo a differenza mia(nel caso li fai dimmelonche ti passo i copia base per i volti che ce li ho segnati;))
 

ElDiablo

Primavera
22 Gennaio 2020
2.465
3.773
113
Cos'è?ho attaccato la mania della doppia master? :rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl::rotfl:
Peccato che non fai i Wolves,magari li portavi in fondo a differenza mia(nel caso li fai dimmelonche ti passo i copia base per i volti che ce li ho segnati;))
Sei molto gentile! Non penso però se fosse te ne sarò grato ;)
 
  • Like
Reactions: 0snake7

0snake7

Primavera
30 Dicembre 2013
3.171
3.537
113
CO - Como
PSN ID
ZioWilly86
Sei molto gentile! Non penso però se fosse te ne sarò grato ;)
Figurati..ho anche fatto un thread nella sezione editing dove ho messo i file ted e pdf delle formazioni sistemate a livello di tattiche ed altro(moduli fluidi,sistemazione ruoli e quant'altro) di premier,serie A,liga spagnola,liga nos e tutte le partecipanti alle coppe europee così da variare il gioco dal default(se ti può interessare ci sentiamo in privato).Scusa gli O.T.,ho finito ;)
 
  • Like
Reactions: ElDiablo

ElDiablo

Primavera
22 Gennaio 2020
2.465
3.773
113
OPPORTUNITÀ

176240

Quando raggiungo Jorge in Portogallo, è felice nel rivedermi. Ci addentriamo nell’ufficio madre della sua sede, ci siamo io, lui e Luis Correa, il suo collaboratore più stretto. Si parla del più e del meno, spesso cadendo anche un po’ nella banalità: sono passati anni ma i leitmotiv della mia carriera sono spesso gli stessi, i soliti. Tipo “come ti sarai sentito a vincere una Champions da outsider e dopo un mese rischiare di vincere allo stesso modo un europeo”. Se non fosse stato per la Grecia…

Dopo tante chiacchiere di circostanza si arriva al dunque. Voglio allenare.
Jorge mi propina una specie di accordo, da siglare fra me e la sua agenzia. In sintesi, dovrei rendergli il 15% del mio stipendio, ma avevo già preventivato tutto. Quando facevo il calciatore spesso gli agenti venivano remunerati con il 10% dei nostri ingaggi. Per me l’accordo si può fare, e onestamente sono in mano al numero 1 del settore. C’è poco da essere titubanti.
Jorge crede molto in me come persona, come tecnico sarà da vedere. Sicuramente – mi assicura – è in grado di piazzarmi in un club discreto come range, per un neofita. Subito mi inizia a parlare di Cina, America e Qatar e io lo fermo subito «no, Jorge... magari un giorno... ma se sono venuto qui è perché voglio calcio vero, non soldi…».
Lui afferra subito il discorso con arguzia e inizia già a depennare la destinazione Shangai che s’era appuntato su un foglietto dell’ufficio...

«Dequito, iniziamo un po’ a scartabellare le opzioni. Sai, siamo ad aprile, e c’è già qualche movimento. Dobbiamo piazzarci entro giugno. Io mi son permesso di fare una sorta di mappa concettuale in Europa per capire un po’ in che direzione muoverci. Con questa storia del Covid credimi, c’è molto chiasso. Le società devono anche sistemare un po’ di conticini, molti allenatore esosi saranno in difficoltà. A proposito, ti consiglio di essere economico, all’inizio…»

«Non ho grandi richieste Jorge. Lo sai, è più per passione che per altro. Ci adattiamo, soprattutto all’inizio. Fammi un po’ vedere quali situazioni interessanti ci sono.»

«Sisi, te le passo in rassegna nazione per nazione. Prendiamoci un caffè e iniziamo. Luis prepara i fogli che ti dicevo ieri sera…»

[...]

«Rieccoci. Allora, io inizierei dal…»

PORTOGALLO
176241

Ecco. Qui il mio caro Jorge mi dice in parole povere che “può infilarmi quasi dove vuole, e che sarei ben gradito”, ma che preferisce non rompere gli equilibri e i buoni rapporti che ha con alcuni club d’élite almeno della sua nazione natia. Beh, forse non mi ci vedo un granché bene al Benfica…
La proposta di Jorge è secca: qui ti posso spedire quando vuoi in una sola squadra.

BOAVISTA
Jorge sosterrebbe che il club sicuramente non terrà in panchina Daniel Ramos e che cerca un sostituto giovane e intrigante. L’invito è di portare dunque la squadra a insidiarsi nella triade tra Benfica, Porto e Sporting Lisbona.

Mendes mi spiega che il campo poi si restringe perché Porto, Benfica e Lisbona ad oggi sono a posto, e anche il Braga che ha appena deciso di puntare su un suo giovane ex calciatore, Custódio.
Per questo è tempo di dare un occhio in...


SPAGNA 1591215967211.png

Qui Jorge sembra quasi “eccitarsi”. Cosa mi propone? Tre squadre di Segunda Divisiòn... La sua idea è che sia risaputo il buon feeling fra il calcio di gioco brasiliano/portoghese e la Spagna, e dunque potrei fare bingo, avviando un percorso dalla B spagnola per riportare uno di questi club dove merita, nella massima serie, e lì impormi a suon di bel gioco e con una società solida e futurista alle mie spalle.

DEPORTIVO LA CORUNA
I galiziani sono retrocessi in seconda divisione dopo un periodo di crisi, le notti europee del “Super-Depor” sono ormai un lontano, lontanissimo, ricordo. Il club ormai ristagna in Segunda da ben due stagioni.

•RACING SANTANDER
L’ex squadra di Marcelino ormai non vede la massima divisione da ben otto anni, quasi nove, e sarebbe bello rivederla in Liga dopo anni difficile in cui ha militato anche in Serie C spagnola, progetto interessante ma davvero azzardato.


•REAL SARAGOZZA
Un club che è 7º per numero di tifosi in Spagna non può certamente militare in seconda divisione. La sfida di raccogliere il Saragozza — che per altro vanta anche un giocatore in rosa di categoria superiore, Kagawa – e riportarlo in alto a suon di buon calcio è una sfida quasi nobiliare. Sono ormai sei gli anni senza Liga, può essere interessante?

Jorge, poi, mi propone un’altra metà assai particolare. Una località tutt’altro che calda e focosa, dall’altra parte della cartina europea, più ad est. Precisamente in...


RUSSIA
176245

SOCHI
La proposta è quella di una nuova e insolita destinazione, Sochi. Nota città turistica russa, in cui si starebbe provando a lanciare anche una squadra di calcio dal tasso tecnico elevato: sono arrivati giocatori importanti come Rami, Noboa e Kokorin. Sfidare corazzate come Lokomotiv, Zenit, Krasnodar, CSKA, Krasnodar non sarebbe semplice ma Jorge insiste: “se ci riesci, vai in alto”. E inoltre questi hanno liquidità, potrebbero anche allestire una squadra niente male. Che faccio, ci penso?



ITALIA
176246

Jorge ha ancora due paesi da propormi. Il primo è insolito, l’Italia. Mi dice che qui c’è da divertirsi quest’anno, con molte società vogliose di cambiare guida tecnica. «L’ultimo straniero che ha fatto veramente bene qui è stato Josè parliamoci chiaro – riferendosi a Mou –, giusto Paulo Sousa non mi e dispiaciuto, e Rudi Garcia, ma qui potresti veramente divertiti e provare una nuova esperienza. Che dici?»
Inizia a tirare fuori un nuovo foglietto, con due isi…

PARMA
«Ho la soffiata da Bruno Alves – dice Jorge –, qui vogliono cambiare, sicuro 100%. Se sfruttassimo il tempo a disposizione, potremmo inserirci. È una bella piazza, da rilanciare assolutamente, ha giocatori interessanti, un pubblico affezionato, voglia di riscatto.

TORINO
Qui arriva la clamorosa rivelazione di Mendes: «A Torino invece sta succedendo di tutto eh, ti avviso. Cairo per me vende, o comunque si porta in casa dei soci esteri. Qui la rivoluzione può avvenire, Longo non lo tengono ma non hanno neanche dei milioni d buttare per un altro nome… Pensiamoci, anche qui ho qualche contatto, anche se più difficoltoso magari».

Due piazze stuzzicanti, l’Italia mi piace un sacco, ma non ho mai avuto la fortuna di lavorarci. Il trasferimento all’Inter saltò... Ho un dubbio; mi ci vedo proprio poco lì, in Italia, terra di tatticismi sfrenati, io che vorrei predicare un calcio ordinato, leggero, fantasioso…

Infine, l’ultima idea è in Sud America, più precisamente in…


BRASILE
176248

Questa terra la conosco assai bene, tanto da aver giocato nella Fluminense, con cui ho chiuso la mia carriera da professionista. Mendes sosterrebbe affascinante la scelta, ma mi obbligherebbe a ottenere risultati eccelsi per poi affacciarmi in Europa, nel calcio che con

FLUMINENSE
Forse scontato, ma riprendere da dove ho finito da calciatore non è poi una cavolata. Mendes dice che basta alzare il telefono ed è fatta. Il club di Rio ha vinto l’ultima volta il campionato nel 2016.

SAN PAOLO
Con Diniz vicino all’addio, un altro club che potrebbe accettare di lanciare un ex gloria del calcio è appunto il San Paolo. Dani Alves, Juanfran, Hernanes, Pato, sono solo alcuni dei nomi che compongono la rosa del club e che vorrebbero tornare a vincere il campionato, assente dal 2008.

Ci salutiamo con un “fa in fretta, abbiamo massimo un mese”.
E allora, che abbia inizio il brain-storming...
 
  • Like
Reactions: 10maggio
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.