Martin Demichelis a Malaga - 1° stagione conclusa, calciomercato in corso!

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
Curioso del mercato che verrà :D
Eh ho un po' le mani legate per via del budget che insomma, è quello che è... Probabilmente in realtà qualcuno lo lascerò partire anche prima di avere pronto il sostituto per quel certo ruolo, proprio per rimpinguare le casse e avere un'idea più chiara del budget con cui avrò a che fare... Finora sto facendo trattative un po' col braccino corto e non stanno andando benissimo, in compenso una è quasi chiusa con uno svincolato, poi fortunatamente ancora da qui alla prossima stagione c'è tempo... Sono moderatamente fiducioso. :D
 
  • Like
Reactions: Kimi85

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
Resoconto delle ultime 4 partite della stagione:

23/05/2020 Malaga - Deportivo La Coruna 5-1 | 39' Penaranda, 45'+2 Beauvue (D), 54' Robinho, 66' Elias, 75' Boussefiane, 94' Sadiku
E' la partita che regala al Malaga l'aritmetica certezza della vittoria in campionato, con tre turni di anticipo. Ma per oltre un'ora il Deportivo La Coruna gioca quasi alla pari, si difende con ordine e si rende anche pericoloso in avanti, gioca insomma in modo ben diverso rispetto alla partita di andata. Al 15' il primo squillo è di Penaranda, che impegna Jovanovic. 5 minuti dopo, è Robinho ad avere una grande occasione da rete, ma pur calciando da ottima posizione il portiere serbo del Depor riesce a metterla fuori. Il Deportivo, da parte sua, si rende pericoloso in un paio di occasioni con Borja Valle e Victor Mollejo, ma Mohamedi è sempre pronto. Al 39', Tete Morente da sinistra mette in mezzo un cross sul quale Somma si "perde" Penaranda, che di testa batte un Jovanovic stavolta non impeccabile. Il vantaggio malagueno però dura poco: nel recupero del primo tempo, Shibasaki sugli sviluppi di un calcio d'angolo da destra crossa per Beauvue che si libera della marcatura di Villanueva e di testa batte sul primo palo Mohamedi. In apertura di secondo tempo, il Deportivo si rende pericoloso con Keko e Ager Aketxe, il Malaga ha invece una buona occasione ancora con Penaranda che però calcia di poco a lato alla destra di Jovanovic. Al 54' comunque Robinho riporta in vantaggio il Malaga: Boussefiane dalla destra gli offre un assist che lo lancia verso l'area di rigore, il portoghese pur marcato stretto da Ruiz e Javi Montero riesce a mantenere il possesso del pallone e a calciare sul secondo palo, battendo il portiere avversario. Il Depor reagisce e al 58' è anche sfortunato quando Keko centra il palo a Mohamedi battuto. Al 62', è Elias con un sinistro velenosissimo ad andare vicino al gol, ma Jovanovic compie un miracolo mettendo fuori. Al 66' però non può fare nulla, quando l'argentino di destro e con grande precisione calcia da fuori area piazzandola sotto l'incrocio dei pali. E' il colpo da KO per il Deportivo, che al 75' subisce un altro gol quando Robinho nota l'inserimento da destra di Boussefiane, che con un preciso diagonale fulmina il portiere serbo del Depor. Infine al 94', Tete Morente lancia con un preciso filtrante Sadiku, subentrato nel finale e già vicino al gol all'88', che pur marcato da due giocatori con freddezza supera Jovanovic in uscita con un tocco di esterno destro sul secondo palo. Voti altissimi a fine partita per Elias, Tete Morente, Boussefiane (migliore in campo), Sadiku e Robinho. Risultato probabilmente troppo pesante per il Depor, che ha giocato decisamente meglio rispetto alla partita di andata, 3 punti per il Malaga che alla luce dei risultati dagli altri campi avrebbe comunque vinto il campionato, in questa giornata infatti il Girona cade a Huesca 3-0.

26/05/2020 Elche - Malaga 0-0
Partita senza particolari sussulti, l'Elche si difende con ordine ma non punge particolarmente in avanti, il Malaga (con in campo tanti giocatori che finora avevano avuto poco spazio) appare meno determinato di altre volte. L'occasione più netta probabilmente capita sul destro del Cucho Hernandez, ma Badìa sventa il pericolo. Per l'Elche, solo Jonathas si rende minimamente pericoloso, ma non concretizza. Comunque un buon pareggio su un campo difficile, l'Elche è in piena lotta per mettere al sicuro il piazzamento playoff (noterete più avanti che la lotta playoff è stata particolarmente dura nelle ultime giornate).

1/06/2020 Malaga - Racing Santander
1-0 | 92' Boussefiane
Altra partita molto equilibrata, contro un'altra squadra motivatissima, stavolta per tentare di mantenere aperto il discorso salvezza (se ci fossero realmente le retrocessioni). Il Racing Santander non si rende mai realmente pericoloso, pur tentando di giocare a viso aperto. La doccia fredda (potrei anche aggiungere immeritata, il pareggio era il risultato più giusto) arriva in pieno recupero: rimessa laterale da sinistra, Antonin Cortes serve un buon pallone a Boussefiane, che il marocchino dopo un controllo non perfetto, anche per la marcatura avversaria, riesce a calciare di esterno sinistro sul secondo palo. Gol di pregevolissima fattura. Altra gioia per il Malaga, disperazione dei giocatori del Racing che speravano di uscire almeno imbattuti dalla Rosaleda.

11/06/2020 Malaga - Almeria
2-2 | 10' Hernandez, 13' Juan Munoz (A), 63' Josè Corpas (A), 92' Boussefiane
Partita combattutissima contro un'avversaria forse ancora in piena lotta playoff, o comunque motivatissima a chiudere nel miglior modo la stagione. Eppure dopo soli 10 minuti il Malaga passa in vantaggio: Renato Santos (alla sua ultima partita) offre un pregevole assist col contagiri per Cucho Hernandez, che calcia forte di destro da poco fuori area e sorprende Sivera. La reazione dell'Almeria è veemente ed immediata: Josè Corpas da destra mette in mezzo un gran cross per Munoz, che anticipa Villanueva (in colpevole ritardo) e batte Kellyan. Il primo tempo offre tutto sommato poco altro, è una partita giocata molto a centrocampo. Il secondo tempo inizia in modo più movimentato: ancora Hernandez si rende pericoloso, ma stavolta Sivera si fa trovare pronto. Nell'Almeria, si fanno notare Josè Corpas (il migliore dei suoi), Munoz già autore del gol nel primo tempo e Josè Carlos Lazo, ma Kellyan sventa sempre, in qualche modo, i pericoli portati dagli avversari. Al 63' tuttavia si fa superare da un tiro invero non irresistibile di Josè Corpas, che porta quindi in vantaggio (comunque non immeritatamente) l'Almeria. Il Malaga tenta la reazione, sfruttando anche i cambi, ma non basta. L'occasione più nitida capita sui piedi di Buenacasa, ma l'attaccante in prestito dal Maiorca, solo davanti a Sivera, calcia malamente a lato. Lo stesso Buenacasa, però, si fa perdonare quando in pieno recupero serve a Boussefiane (che sembra ci stia prendendo gusto a segnare a tempo scaduto) un pallone che il marocchino calcia forte sul secondo palo, là dove Sivera stavolta non può nulla. Chiudiamo imbattuti davanti al pubblico di casa, ma siamo andati vicinissimi alla sconfitta. Partita non ben giocata, ma che fortunatamente arriva a campionato chiuso e obiettivi centrati.
 

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
CLASSIFICA FINALE LIGA SMARTBANK 2019/20
Pos.SquadraPuntiVPSGFGSDR
1
Malaga
100
31
7
4
95
28
67
2
Girona
89
27
8
7
83
41
42
3
Cadiz
76
22
10
10
47
33
14
4
Huesca
72
21
9
12
53
42
11
5
Elche
66
17
15
10
52
41
11
6
Las Palmas
63
18
9
15
51
51
0
7​
Ponferrada​
62​
17​
11​
14​
51​
42​
9​
8​
Real Zaragoza​
61​
17​
10​
15​
49​
56​
-7​
9​
Rayo Vallecano​
60​
16​
12​
14​
54​
54​
0​
10​
Almeria​
59​
15​
14​
13​
49​
45​
4​
11​
Sporting Gijon​
58​
14​
16​
12​
55​
51​
4​
12​
Deportivo La Coruna​
58​
13​
19​
10​
50​
56​
-6​
13​
Albacete​
54​
14​
12​
16​
42​
39​
3​
14​
Real Oviedo​
51​
12​
15​
15​
48​
48​
0​
15​
Tenerife​
50​
14​
8​
20​
42​
53​
-11​
16​
Fuenlabrada​
48​
12​
12​
18​
43​
57​
-14​
17​
Alcorcon​
47​
12​
11​
19​
41​
58​
-17​
18​
Lugo​
46​
11​
13​
18​
44​
50​
-6​
19
Extremadura
39
10
9
23
36
65
-29
20
Racing Santander
37
9
10
23
27
51
-24
21
Mirandes
35
7
14
21
42
64
-22
22
Numancia
28
6
10
26
30
59
-29

Ai playoff ci vanno Cadiz, Huesca, Elche (un po' col brivido, classifica cortissima proprio dall'Elche in giù... Cadiz e Huesca invece erano abbastanza tranquille del piazzamento playoff) e a sorpresa il Las Palmas, autore di una gran rimonta nelle ultime giornate. Degne di nota anche le rimonte di Ponferrada e Real Zaragoza (che tuttavia, come previsto, si è "svegliato" troppo tardi), ma non sono bastate per agguantare un piazzamento playoff che sarebbe stato clamoroso per come si era messa a un certo punto la classifica. Degni di nota, stavolta in negativo, anche i crolli di Rayo Vallecano, Almeria e, a mio avviso, soprattutto Sporting Gijon. Campionato incolore del Deportivo La Coruna, mai in zona playoff, affetto da "pareggite" (ben 19 pareggi in 42 giornate di campionato), con un finale di stagione differente avrebbe potuto recuperare, e invece niente da fare. In coda, ultime quattro posizioni per Extremadura, Racing Santander, Mirandes e Numancia.
 
  • Like
Reactions: Kimi85

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
Classifica finale marcatori (prime posizioni):

31 Sadiku (Malaga)
28 Stuani (Girona)
18 Ivi Lopez (Ponferrada)
18 Baldé (Real Oviedo)
15 Josè Carlos Lazo (Almeria)
14 Dani Raba (Huesca)
13 Robinho (Malaga)
12 Jozabed (Girona)
12 Ruben Castro (Las Palmas)
12 Carlos Castro (Lugo)

Altri giocatori del Malaga in classifica marcatori:

9 J. Hernandez
7 Boussefiane
 

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
12.234
21.339
113
Quando si dice fare la stagione perfetta. Promozione e vittoria in campionato. Cento punti tondi tondi. Miglior attacco e miglior difesa. Senza contare che vinciamo anche la classifica cannonieri. Meglio non si poteva fare. Complimenti al mister e a tutto il gruppo
 

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
I "top" della stagione del Malaga...

Armando Sadiku
- in prestito dal Levante, la punta albanese è protagonista di un grande inizio di stagione, in cui spesso si prende sulle spalle quasi da solo il reparto offensivo malagueno (supportato talvolta da Buenacasa, talvolta da Dani Pacheco, poi andato all'Osasuna a gennaio), nella seconda parte di stagione con più concorrenza in attacco trova un po' meno spazio ma per altro verso ha modo di rifiatare e comunque si fa sempre trovare pronto quando serve. Vince la classifica marcatori con oltre 30 gol, ed è assoluto protagonista della promozione diretta in Liga. Ovviamente, trova anche posto nella formazione ideale della stagione. Adesso vorrebbe rimanere a Malaga, chissà...

Mikel Villanueva - elemento imprescindibile nell'11 titolare malagueno, affiancato dagli ottimi Diego Gonzalez o Luis Hernandez, il difensore centrale venezuelano contribuisce alle grandi prestazioni difensive. Si sacrifica anche, talvolta, per sostituire a sinistra Juan Carlos quando quest'ultimo (comunque altro grande protagonista della stagione) non è in forma, e non sfigura nemmeno in quel ruolo. Qualche disattenzione nelle ultime partite non inficia una stagione comunque di alto livello.

Juan Carlos - terzino sinistro titolarissimo, anche perché a gennaio non si era riusciti a chiudere in extremis una trattativa per trovare qualcuno così da farlo riposare di tanto in tanto (come già detto, quando fuori forma, e nella seconda parte di stagione giustamente è capitato un po' più spesso, è stato Villanueva a sacrificarsi nel ruolo), si dimostra efficace in fase difensiva ma anche in avanti, tanto da meritarsi anche un posto nella formazione ideale della stagione.

Robinho - arrivato a inizio gennaio, prima di definire altre trattative, senza particolari clamori dal Belenenses dove stava giocando davvero poco, soprattutto per permettere a Sadiku di rifiatare un po', il giovane portoghese si rivela una autentica sorpresa della stagione, andando in doppia cifra in classifica marcatori pur giocando solo la seconda parte di stagione e mettendo a segno anche due triplette.

Jalil Elias - altro acquisto di gennaio, chiamato a raccogliere la pesantissima eredità di Adriàn passato all'Huesca, a parte qualche comprensibile difficoltà nelle prime partite giocate dimostra alla svelta a Demichelis di aver visto giusto, decidendo di affidargli le chiavi del centrocampo. Dotato di buona tecnica, visione di gioco e un buon tiro (mette anche a segno alcuni gol), l'argentino forma insieme al connazionale Rolòn un duo di centrocampo di qualità e quantità. Non a caso, i due finiscono anche nella formazione ideale della stagione.

Esteban Rolòn - il mediano argentino, titolarissimo affiancato da Adrian (nella prima parte della stagione) e poi dal connazionale Elias (da gennaio in avanti), offre sempre grandi prestazioni in fase di interdizione, ma dimostra anche buone qualità di visione di gioco e si rivela pericoloso quando può andare al tiro verso la porta avversaria. Una certezza.

Munir Mohamedi - portiere titolarissimo, sostituito solo poche volte quando è fuori forma, ed in Copa del Rey per scelta tecnica e lasciare spazio a Kellyan. Dà grande sicurezza a tutta la squadra con prestazioni di assoluto rilievo.

Hicham Boussefiane - l'ala marocchina, protagonista di un inizio di stagione buono ma forse "timido" (ma in cui comunque, in Copa del Rey, contribuisce con una doppietta al passaggio del primo turno), talvolta sprecando anche qualche occasione da gol di troppo, si riscatta con un gran finale di stagione, in cui segna e fa segnare abbastanza anche i compagni di squadra.

Cucho Hernandez - il colpo del mercato invernale contribuisce in modo significativo nella seconda parte di stagione a mettere al sicuro la promozione diretta e a vincere il campionato. Nei numeri, perde il confronto in classifica marcatori col meno quotato Robinho (che tuttavia gioca varie partite in più, essendo in rosa da inizio gennaio), ma i numeri non sono tutto, in fondo.


... i "flop" della stagione del Malaga...

David Lombàn
- titolare a inizio stagione accanto a Villanueva, l'esperto difensore centrale spagnolo incappa in qualche errore di troppo e via via perde terreno nelle gerarchie del reparto difensivo malagueno. Demichelis, nella seconda parte di stagione, gli preferirà quasi sempre Luis Hernandez o Diego Gonzalez. D'altra parte, a gennaio era già stato vicino alla cessione, poi saltata nelle ultime, concitate ore di mercato. Quasi sicuramente lascerà la squadra in estate.

Nacho Monsalve - arrivato a gennaio per essere un'alternativa in più in difesa, anche considerando le opache prestazioni del già menzionato Lombàn, non si può certo dire che lo abbia sostituito adeguatamente. Ottiene comunque qualche presenza da titolare, ma non convince mai pienamente, non riuscendo a insidiare più di tanto il posto da titolare ad Hernandez o Gonzalez, men che meno al titolarissimo Villanueva.

Ismael Casas - sostituto naturale di Cifuentes come terzino destro, mette insieme varie presenze nella prima parte di stagione, ma fa spesso rimpiangere il titolare che deve sostituire. Si fa vedere comunque nella seconda parte di stagione, anche dopo l'arrivo di Igor Vinicius, ma non riesce a riscattare più di tanto la prima parte di stagione.

Badr Boulhroud - a inizio stagione, non ci sono preferenze tra le seconde linee eventualmente chiamate a sostituire Adrian o Rolon. Si contende il posto con Keidi Bare e Mohamed Benkhemassa, ma mentre i primi due si fanno trovare pronti e si dimostrano validi sostituti per i titolari (e sarà così anche nella seconda parte di stagione), lui troppo spesso non convince. Saluta Malaga a gennaio.


... e gli "oggetti misteriosi".

Kellyan Garcia
- ben consapevole che il posto da titolare in campionato è di Mohamedi, ottiene da Demichelis di poter essere titolare quantomeno in Copa del Rey. E qui indubbiamente si mette in mostra nella partita d'andata del primo turno, quando, dopo aver preso gol senza particolari colpe, evita almeno un tonfo più rovinoso in casa contro l'Extremadura, neutralizzando un calcio di rigore e lasciando apertissimo il discorso relativo al passaggio del turno (poi ottenuto, ribaltando il risultato al ritorno). Gioca discretamente anche nel doppio scontro col Betis Siviglia. In campionato si rivede quando Mohamedi non è in forma, talvolta se la cava egregiamente, talvolta lo fa decisamente rimpiangere.

Igor Vinicius - arrivato a gennaio per rappresentare una valida alternativa a Cifuentes, in effetti gioca buone partite, sicuramente si rivela migliore in questo ruolo rispetto al già menzionato Ismael Casas, viene anche schierato come centrocampista a destra in qualche occasione, eppure non convince pienamente, d'altra parte il titolare rimane Cifuentes. Ci si aspettava qualcosa in più.

Sergio Buenacasa - in prestito dal Maiorca, dà un discreto contributo nella prima parte di stagione, poi, complici anche i nuovi innesti in avanti a gennaio, si "perde" un po' nella seconda parte, trovando meno spazio, pur facendosi trovare abbastanza pronto quando viene messo in campo (ma quasi mai da titolare, dopo il mercato invernale). Tornerà a Maiorca per poi essere nuovamente girato in prestito altrove, può fare bene ma ha bisogno di giocare tanto.

Adalberto Penaranda - il vero "oggetto misterioso" della stagione (ovviamente, della seconda parte di stagione, essendo arrivato solo a fine gennaio), alterna giornate in cui sembra quasi incontenibile ad altre partite in cui è solo l'ombra di sé stesso. Lamenta forse di aver avuto meno spazio di Sadiku, Robinho ed Hernandez, ma è anche vero che è troppo spesso non al meglio della condizione, a differenza dei compagni di reparto.

Pablo Hervias - arrivato a fine gennaio, con una trattativa lampo definita negli ultimi giorni di mercato dopo la cessione di Anor al Metz, lo spagnolo offre talvolta prestazioni decisamente positive (anche con qualche gol e qualche assist), ma anche qualche partita decisamente sottotono. Non lo aiutano una forma fisica altalenante ed un paio di infortuni.
 

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
12.234
21.339
113
Peñaranda anche nella realtà sta diventando un oggetto misterioso. Grandissima la stagione di Sadiku, adesso chiamato a far vedere cosa sa fare in Liga. Ottimi gli innesti del Cucho Hernandez e anche di Robinho che arrivato nell'anonimato più assoluto si ritaglia uno spazio importante
 
  • Like
Reactions: crazy for soccer

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
183781
Bare e Penaranda, prime grane per Demichelis. Il Maiorca piomba su Rolòn, ma anche altri big potrebbero partire. Incertezza sul futuro di Sadiku. Prime indiscrezioni sul mercato in entrata.
L'albanese non rinnova, il venezuelano vuole più spazio. Il Maiorca tenta il mediano argentino. Sirene inglesi per Luis Hernandez, su Cifuentes c'è il Ponferrada. Sadiku si allontana, il Levante tratta la cessione altrove. Intanto, il mercato in entrata sembra ancora fermo, ma non del tutto.
Nemmeno il tempo di festeggiare la promozione in Liga, e già iniziano i primi problemi in casa Malaga. E non si può certo dire che siano problemi di poco conto. Innanzitutto, partiamo dalle notizie certe. Keidi Bare ha rifiutato la proposta di rinnovo dell'attuale contratto (in scadenza nel 2021) con ritocco dell'ingaggio. Decisiva non tanto la differenza tra domanda e offerta (tutt'altro che incolmabile comunque), quanto la voglia di giocare di più, magari da titolare. Un ruolo che Demichelis non ha potuto garantirgli in Segunda Division, e che a maggior ragione non può garantirgli adesso che probabilmente anche in mediana ci saranno nuovi innesti. Si tenterà di trovare una soluzione che accontenti tutti, il centrale albanese ha mercato (potrebbe accettare di "retrocedere" in Segunda, ma anche andare all'estero). Malumore simile, ma conseguenze per il momento diverse, da parte della punta venezuelana: arrivato a gennaio, Penaranda ha giocato meno di quanto avrebbe voluto, anche per via di una condizione fisica non eccezionale. E' presto per dire che conseguenze avrà questo "mal di pancia", e non dipenderà solo da Demichelis e dalla società.

Se le due situazioni appena descritte erano in certa misura prevedibili, non si pensava di dover provare a trattenere così presto, per altro verso, alcuni protagonisti della cavalcata verso la promozione. La proposta giunta da Maiorca per Rolòn ha sorpreso tutti: il mediano argentino indubbiamente si è attirato l'interesse di tante squadre, ma non ci si aspettava che arrivasse subito qualche concreta offerta. E invece l'offerta maiorchina è concreta, concretissima: indiscrezioni filtrate da Paseo de Martiricos parlano di cifre già vicine all'importo della clausola rescissoria. A Maiorca evidentemente hanno già le idee chiare su come tentare di risalire immediatamente in Liga, dopo la rovinosa retrocessione di quest'anno. Sarà decisiva la volontà del giocatore, molto apprezzato da Demichelis, che lo incontrerà nei prossimi giorni, tentando di convincerlo a non lasciare La Rosaleda. Situazione non tanto diversa in merito a Miguel Cifuentes (a lungo corteggiato dal Ponferrada, ed anche in questo caso su cifre vicine alla clausola) e soprattutto a Luis Hernandez, su cui ha messo gli occhi il Reading, per niente intimorito dall'idea di dover trattare su cifre anche importanti pur di portarlo in Championship. Anche in questi casi sarà decisiva la volontà dei giocatori.

Un discorso a parte, invece, va fatto in merito a Sadiku. Il bomber albanese negli ultimi giorni ha fatto la spola tra Malaga e Valencia, informando espressamente il Levante della volontà di rimanere alla corte di Demichelis, ma ha ricevuto la spiacevole notizia che la società valenciana (che non intende in ogni caso dargli un'opportunità in Liga) sta trattando la sua cessione all'estero, su una cifra importante, superiore al valore di mercato e, soprattutto, anche all'offerta del Malaga. Che, come già detto, ha il vantaggio di avere il gradimento del giocatore, ma potrebbe anche non bastare.

Hanno già salutato Malaga invece Lombàn, ad Albacete nella giornata di ieri per le visite mediche e la firma del contratto che lo legherà ai castigliani fino al 2022, e Julio Martinez che era ad Alcorcon già dalla settimana scorsa, dopo essersi trasferito a parametro zero. Nei prossimi giorni, ci si aspetta di salutare Ismael Casas (anche un'eventuale cessione di Cifuentes non gli garantirebbe lo spazio che desidera), Juande Rivas e forse anche Luis Munoz, tutti e tre hanno offerte da club di Segunda. Anche Kellyan Garcia potrebbe andare a cercare maggiore spazio altrove.

Sul mercato in entrata, acque ancora abbastanza tranquille. Almeno all'apparenza, perché in realtà, sotto la superficie, qualcosa si muove, com'è normale che sia a maggior ragione considerando le cessioni, già definite o ancora soltanto eventuali, a cui si andrà incontro. E quindi si parla di una trattativa quasi chiusa con un difensore centrale fresco svincolato dopo un'esperienza sfortunata (ed una promozione clamorosamente fallita), ed anche di una trattativa con un altro svincolato, che sarebbe tra l'altro di ritorno a Malaga, stavolta destinato eventualmente a sostituire Sadiku, qualora davvero l'albanese dovesse finire altrove. Ma si sonda la disponibilità anche di vari altri giocatori. Si dovrà fare i conti, come sempre, con le risorse a disposizione.

Ed in tal senso, si attendono notizie in merito all'eventuale cessione della società, da Al-Thani all'ambiziosa cordata americana (in cui sarebbe coinvolto anche George Clooney) che da mesi valuta l'acquisto del club. Le prossime settimane potrebbero essere decisive, in un senso o nell'altro.
 

Ronin

Prima squadra
7 Gennaio 2011
12.234
21.339
113
Perdere il nostro bomber sarebbe una bella grana. Dobbiamo provare a convincere il Levante, che giustamente non vuole rinforzare una diretta concorrente. Su Peñaranda secondo me in giro si può trovare decisamente di meglio. Forse è il caso di valutare una sua cessione
 
  • Like
Reactions: crazy for soccer

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
Perdere il nostro bomber sarebbe una bella grana. Dobbiamo provare a convincere il Levante, che giustamente non vuole rinforzare una diretta concorrente. Su Peñaranda secondo me in giro si può trovare decisamente di meglio. Forse è il caso di valutare una sua cessione
In merito a Sadiku abbiamo ovviamente il gradimento del giocatore, che è stato un grande protagonista quest'anno e vorrebbe tentare di mettersi in mostra in Liga, ma il Levante ha pretese eccessive, proprio perché c'è una trattativa già intavolata con un altro club. Chiaro che se dovesse mancare Sadiku, bisogna cercare un valido sostituto.

Penaranda come già detto è un "oggetto misterioso", offrisse sempre certe prestazioni, chi lo metterebbe mai in dubbio...
 

crazy for soccer

Prima squadra
Moderatore
26 Dicembre 2015
6.548
9.174
113
183834
183835

Letschert avvistato a Malaga, è lui il primo rinforzo per la prossima stagione?

Nella mattinata, è stato notato a Malaga Timo Letschert, 27enne difensore centrale, recentemente svincolatosi dall'Amburgo, con cui ha sfiorato nella stagione appena terminata la promozione in Bundesliga, perdendola clamorosamente all'ultima giornata. Rumors sempre più insistenti parlano di visite mediche in corso nella giornata odierna e di possibile firma nei prossimi giorni, se queste verranno positivamente superate. Se i rumors si riveleranno fondati e Letschert diventerà un giocatore del Malaga, per lui questa sarà la prima esperienza spagnola, dopo aver giocato in carriera innanzitutto in patria, con Heerenveen, Groningen, Roda ed Utrecht, successivamente in Italia col Sassuolo ed infine, come già detto, con l'Amburgo nella stagione 2019/20.
 

Kimi85

Prima squadra
Mod. Editing
26 Luglio 2017
8.825
12.722
113
34
Manchester
Servono giocatori sicuramente più performanti rispetto agli attuali della rosa. Vogliamo rimanere in Liga e non fare una semplice comparsata. I soldi son pochi, ma se usati con parsimonia e lungimiranza assieme ad idee creative possono portare ad acquisti di buona caratura.

Serve il giusto mix, non e' una squadra che può affidarsi solo ai giovani.Se la cessione del club andrà in porto, potremmo vederne delle belle :)
 
  • Like
Reactions: crazy for soccer