Carriere di Fifa

starchild

Prima squadra
15 Aprile 2015
4.743
3.627
113
25
PSN ID
Starchild1994
Finita prima stagione buttato fuori alle finali di conference (semifinali playoff) dai NY Red bulls. Faccio un'altra stagione simulando magari un pochettino e poi mi fiondo in Europa che voglio assolutamente vedere El e CL e relative grafiche.
 
  • Like
Reactions: magpies

magpies

Allievi B
23 Settembre 2010
755
323
63
52
Milano
piccolo semi OT:
a volte mi chiedono perchè ho questa passione per le leghe minori e ancora di più se britanniche...
qui di seguito un piccolo articolo di un giornalista della gazzetta che seguo da tempo per i suoi pezzi mai banali e sempre ricercati come vere e proprie chicche.

(nulla a che fare con il politico...)

Il rigore di Roy

di Mario Salvini

Roy aveva un sogno. Roy di cognome si chiama Prentice, ha 94 anni e il suo sogno fino allo scorso fine settimana non aveva ancora smesso di sognarlo. Anche se è da un po’ non capisce più molto bene quello di accade attorno a lui.

E le sue gambe, comprensibilmente, non lo tengono più su come vorrebbe.





Roy voleva segnare. Segnare un gol nel suo stadio e sotto la Air-IT Kop, la tribuna dei tifosi più fedeli, casinisti e scatenati della sua squadra, il Notts County. Squadra che non è che stia andando proprio benissimo, è in League Two, in quarta serie. Però ha una gran storia. E magari molti non lo sanno, ma se la Juventus ha quella maglia lì, bianconera, ce l’ha per via del Notts County. Perché nel 1903 la Juve giocava in rosa, ma le maglie, lavaggio dopo lavaggio, stingevano, e allora chiesero a uno dei loro giocatori, a John Savage, che era inglese, di procurare una nuova muta. E lui, tifoso del Notts County, si presentò con le sue maglie preferite.


E più di un secolo dopo, quando nel 2011 dovevano decidere come inaugurare lo Juventus Stadium, hanno chiamato il Notts County.


Comunque: qualcuno a Nottingham ha deciso invece di far vivere il suo sogno a Roy.

E così martedì l’han portato a bordo campo, e poi l’hanno sorretto fino al dischetto del rigore. E lui ha segnato.

La Kop ha esultato. Le gambe di Roy han ceduto, ma forse non era nemmeno più per l’età.



Scusate l'OT

un saluto a tutti
 

magpies

Allievi B
23 Settembre 2010
755
323
63
52
Milano
Ravviviamo questa sessione...;)

Ci sono storie di calcio che pur non essendo uniche trasudano fascino oltremodo particolare quando provengono dal mondo british.

Qualche anno fa una gestione “allegra” per non chiamarla criminale ha quasi portato alla cancellazione dalla storia di un piccolo club inglese dal grande fascino.

Stiamo parlando dell’estremo sud della terra di Albione.

Se vi dovesse capitare di fare due chiacchiere sul football con abitanti del nord dell’Inghilterra e doveste chiedere delle compagini appartenenti al sud dell’isola vi trovereste probabilmente davanti ad una ironica domanda del tipo: perché giocano a calcio quelli?

In effetti se parliamo di blasone calcistico legato a concreti risultati annotati negli albo d’oro da parte di tutte le compagini del sud compreso la capitale ci troviamo davanti ad un complessivo piuttosto minimale anche solo nel confronto con l’asse Liverpool-Manchester-Leeds senza inserire l’estremo nord o il centro nord.

Ma questo non significa che alcune compagini della parte meridionale dell’isola non siano attorniate da un fascino molto spiccato.

Se poi parliamo di città portuali ancora in modo più marcato per l’innegabile substrato sociale nel quale si alimentano e vivono questi centri urbani legati alla vita di un porto.

Proprio di una compagine appartenente ad una città portuale, anzi costruita per la quasi totalità su una penisola. Mi riferisco a Portmouth il cui porto (militare per lo più) ha rivestito un’importanza fondamentale per diversi secoli. Oggi sicuramente ridimensionato sotto questo versante mantiene comunque un buon commercio e scambio con il continente.

La squadra del posto è il Portsmouth FC che negli ultimi decenni si è ritrovata implicata in diverse vicende finanziarie che vi risparmio ma per intenderci è stata acquistata/venduta da loschi individui che volevano solo lucrare sulla pelle di una compagine tra le più amate in Inghilterra. Con il fallimento dietro l’angolo non c’erano molte opzioni e allora i tifosi hanno deciso di comprarsi la loro squadra azzerando un debito consistente. Oggi se vi dovesse capitare di passare davanti a Fratton Park (lo stadio dei pompey) vedreste delle targhe affisse con i nomi dei benefattori (soci) che hanno acquistato il club con un azionariato popolare.

La squadra vanta due titoli d’Inghilterra e due FA Cup oltre una supercoppa.

La sua rivale più acerrima è il southampton, oggi compagine che milita nelle zone nobili del calcio britannico ma che in alcune occasioni di coppa potrebbe ancora incrociare le armi con i pompey e sarebbero davvero scintille forse solo come il derby ribattezzato “cotton Mills” (blackburn vs Burnley).

La squadra ogi milita in terza divisione inglese con l’ambizione nemmeno troppo celata di salire un altro gradino ne corso del corrente anno per poi prepararsi al ritorno in quella premier dove meriterebbe di stare.

Il lavoro è complesso e necessita di pazienza e di un pubblico pronto a supportare i propri ragazzi cosa quest’ultima che non troverà alcuna problematica.

In questo contesto che trasuda di british style e di salsedine portuale vorrei iniziare una carriera con l’intento di portare i pompey nel piani alti de football di casa e magari di riaffacciarsi nel calcio continentale portando la sua storia bellissima di amore e tifo con i propri sostenitori.


Piccola curiosità: tra i tifosi più conosciuti a livello mondiale delle squadre di club di calcio sicuramente spicca il tifoso numero uno dei pompey. Cercate il nome di John Westwood, su internet e vedrete a cosa mi riferisco. Un uomo di 54 anni con più di 60 tatuaggi dedicati alla sua amata squadra , sostenitore sempre presente sugli spalti. Nel tempo che non dedica alla squadra John fa il libraio.

un caro saluto
 
  • Like
Reactions: Paolo1987gal e Bale

Paolo1987gal

Juniores
12 Settembre 2015
1.377
2.258
113
Ravviviamo questa sessione...;)

Ci sono storie di calcio che pur non essendo uniche trasudano fascino oltremodo particolare quando provengono dal mondo british.

Qualche anno fa una gestione “allegra” per non chiamarla criminale ha quasi portato alla cancellazione dalla storia di un piccolo club inglese dal grande fascino.

Stiamo parlando dell’estremo sud della terra di Albione.

Se vi dovesse capitare di fare due chiacchiere sul football con abitanti del nord dell’Inghilterra e doveste chiedere delle compagini appartenenti al sud dell’isola vi trovereste probabilmente davanti ad una ironica domanda del tipo: perché giocano a calcio quelli?

In effetti se parliamo di blasone calcistico legato a concreti risultati annotati negli albo d’oro da parte di tutte le compagini del sud compreso la capitale ci troviamo davanti ad un complessivo piuttosto minimale anche solo nel confronto con l’asse Liverpool-Manchester-Leeds senza inserire l’estremo nord o il centro nord.

Ma questo non significa che alcune compagini della parte meridionale dell’isola non siano attorniate da un fascino molto spiccato.

Se poi parliamo di città portuali ancora in modo più marcato per l’innegabile substrato sociale nel quale si alimentano e vivono questi centri urbani legati alla vita di un porto.

Proprio di una compagine appartenente ad una città portuale, anzi costruita per la quasi totalità su una penisola. Mi riferisco a Portmouth il cui porto (militare per lo più) ha rivestito un’importanza fondamentale per diversi secoli. Oggi sicuramente ridimensionato sotto questo versante mantiene comunque un buon commercio e scambio con il continente.

La squadra del posto è il Portsmouth FC che negli ultimi decenni si è ritrovata implicata in diverse vicende finanziarie che vi risparmio ma per intenderci è stata acquistata/venduta da loschi individui che volevano solo lucrare sulla pelle di una compagine tra le più amate in Inghilterra. Con il fallimento dietro l’angolo non c’erano molte opzioni e allora i tifosi hanno deciso di comprarsi la loro squadra azzerando un debito consistente. Oggi se vi dovesse capitare di passare davanti a Fratton Park (lo stadio dei pompey) vedreste delle targhe affisse con i nomi dei benefattori (soci) che hanno acquistato il club con un azionariato popolare.

La squadra vanta due titoli d’Inghilterra e due FA Cup oltre una supercoppa.

La sua rivale più acerrima è il southampton, oggi compagine che milita nelle zone nobili del calcio britannico ma che in alcune occasioni di coppa potrebbe ancora incrociare le armi con i pompey e sarebbero davvero scintille forse solo come il derby ribattezzato “cotton Mills” (blackburn vs Burnley).

La squadra ogi milita in terza divisione inglese con l’ambizione nemmeno troppo celata di salire un altro gradino ne corso del corrente anno per poi prepararsi al ritorno in quella premier dove meriterebbe di stare.

Il lavoro è complesso e necessita di pazienza e di un pubblico pronto a supportare i propri ragazzi cosa quest’ultima che non troverà alcuna problematica.

In questo contesto che trasuda di british style e di salsedine portuale vorrei iniziare una carriera con l’intento di portare i pompey nel piani alti de football di casa e magari di riaffacciarsi nel calcio continentale portando la sua storia bellissima di amore e tifo con i propri sostenitori.


Piccola curiosità: tra i tifosi più conosciuti a livello mondiale delle squadre di club di calcio sicuramente spicca il tifoso numero uno dei pompey. Cercate il nome di John Westwood, su internet e vedrete a cosa mi riferisco. Un uomo di 54 anni con più di 60 tatuaggi dedicati alla sua amata squadra , sostenitore sempre presente sugli spalti. Nel tempo che non dedica alla squadra John fa il libraio.

un caro saluto
Storia fantastica e affascinante.:) e il caso vuole che ne ho cominciata una volta Portsmouth una decina di giorni fa con una squadra fatta solo di giovani inglesi ;) bella bella bella fratton park fatto benissimo. Comunque mi sorge un dubbio...hai detto che hai 20 anni più di me e conosci tutte queste storie sul calcio inglese...non è che sei Massimo Marianella in incognito?:D
 
  • Like
Reactions: Zanetti22

magpies

Allievi B
23 Settembre 2010
755
323
63
52
Milano
Storia fantastica e affascinante.:) e il caso vuole che ne ho cominciata una volta Portsmouth una decina di giorni fa con una squadra fatta solo di giovani inglesi ;) bella bella bella fratton park fatto benissimo. Comunque mi sorge un dubbio...hai detto che hai 20 anni più di me e conosci tutte queste storie sul calcio inglese...non è che sei Massimo Marianella in incognito?:D
magari... . Solo un lettore di grandi conoscitori del football inglese. Tipo Roberto Gotta . Ti consiglio se non lo hai già letto "le reti di wembley"'..poi correrai ad acquistare un biglietto aereo per londra...
 
  • Like
Reactions: Paolo1987gal
22 Luglio 2017
3.646
3.785
113
29
Devo dire che giocare in coppa è decisamente più ostico che in campionato.. Per carità con il Chelsea che sono il EL utilizzo i panchinari, ma sono comunque arrivato secondo in un girone abbastanza facile.. In campionato invece primo con 7 punti di vantaggio alla 16esima giornata
 

Zonamista°

Prima squadra
8 Settembre 2015
4.242
2.629
113
Storia fantastica e affascinante.:) e il caso vuole che ne ho cominciata una volta Portsmouth una decina di giorni fa con una squadra fatta solo di giovani inglesi ;) bella bella bella fratton park fatto benissimo. Comunque mi sorge un dubbio...hai detto che hai 20 anni più di me e conosci tutte queste storie sul calcio inglese...non è che sei Massimo Marianella in incognito?:D
Ma va là: @magpies è meglio di Marianella che è un saccente che insulta sempre giocatori e arbitri di Premier perché non lo possono sentire. Quando faceva la Serie A si guardava bene dal dire in telecronaca: "questo è un giocatore incapace che non si capisce come possa giocare a questi livelli".:cool:
 

avengedsevenfold84

Allievi A
19 Novembre 2017
1.062
664
113
37
PSN ID
scarface84cik
Ma va là: @magpies è meglio di Marianella che è un saccente che insulta sempre giocatori e arbitri di Premier perché non lo possono sentire. Quando faceva la Serie A si guardava bene dal dire in telecronaca: "questo è un giocatore incapace che non si capisce come possa giocare a questi livelli".:cool:
So tutti uguali il migliore era Buffa che per un periodo breve commentava qualche match di calcio...poi fu messo da parte o fece un passo indietro lui non ricordo.
io su sky metto sempre l'audio ambiente troppi insulti troppe faziosità troppa gente di parte
 
  • Like
Reactions: Zonamista°

avengedsevenfold84

Allievi A
19 Novembre 2017
1.062
664
113
37
PSN ID
scarface84cik
Iniziata carriera con i rangers glasgow perché volevo provare l'Europa league...strano che non ci sia uno stadio scozzese reale

Detto questo se modifico i nomi degli stadi poi sono visibili a carriera già iniziata?

Potevano anche sforzarsi a mettere qualche avatar in piu sempre gli stessi volti del cxxxx
 

Zonamista°

Prima squadra
8 Settembre 2015
4.242
2.629
113
So tutti uguali il migliore era Buffa che per un periodo breve commentava qualche match di calcio...poi fu messo da parte o fece un passo indietro lui non ricordo.
io su sky metto sempre l'audio ambiente troppi insulti troppe faziosità troppa gente di parte
Piccinini è l'unico che non mi delude mai.
 

Zonamista°

Prima squadra
8 Settembre 2015
4.242
2.629
113
Secondo me, Compagnoni non si batte :cool::D
Mi piaceva più una volta, agli inizi. Dopo che ha cominciato a fare anche l'opinionista si è un po' montato.;)
Sono bravi e non vanno mai sopra le righe quelli che fanno la Premier su Sky (chiaramente a parte Marianella e Roggero che è bravissimo a raccontare storie nei servizi ma purtroppo non capisce che una telecronaca non è un racconto ma appunto una cronaca:rolleyes:).
 

utentedelsito

Allievi B
28 Settembre 2017
634
354
63
Piccinini è l'unico che non mi delude mai.
Insopportabile, per me il migliore è Massimo Callegari. Poi le sue cronache mi fanno ricordare Sportitalia agli esordi con le partite del campionato brasiliano o le qualificazioni sudamericane, ero un giovincello che passava i pomeriggi, e a volte anche le sere, all'oratorio a giocare a "porticine" :D Bei tempi.
 

Zonamista°

Prima squadra
8 Settembre 2015
4.242
2.629
113
Insopportabile, per me il migliore è Massimo Callegari. Poi le sue cronache mi fanno ricordare Sportitalia agli esordi con le partite del campionato brasiliano o le qualificazioni sudamericane, ero un giovincello che passava i pomeriggi, e a volte anche le sere, all'oratorio a giocare a "porticine" :D Bei tempi.
Ma come, non la pensi come la maggioranza? Disadattato. :D.
Callegari è molto bravo, è equilibrato e non svacca.
 
  • Like
Reactions: utentedelsito

Ultimi Messaggi

Statistiche del Sito

Discussioni
26.138
Messaggi
1.306.313
Membri
36.191
Ultimo iscritto
19Carlitos19