Carriera [AUXERRE] - André Villas-Boas - Stagione 7

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
A questo punto, non volendo mettere le neo promosse, qualcuna in casa(magari 3 per coprire mezzo campionato) di quelle che magari per adesso giochi solo fuori casa a leggenda.
Al contrario, nella master che sto facendo con il Palermo, sempre se raggiungerò la salvezza al primo anno in A, dal secondo inserirò qualche match a sstar ma mai più di 8-9 per cercare di rendere pissibile al massimo una qualificazione alle coppe a meno di stagione mostruosa.
Tornando alla tua, amplio allora i complimenti, fare 97 punti con 16 match a leggenda è molta roba anche se penso che a sstar hai fatto quasi en plein
Si a Superstar non ho avuto grandi problemi. Al limite posso mettere a Leggenda anche il Lens che da un paio di stagioni sta facendo dei buoni campionati e sta lottando per l'Europa League. Così facendo dovrei passare a 20 match a Leggenda e 18 a Superstar. Mi sembra un buon compromesso, cosa ne pensi? Comunque ho anche beccato la stagione dove il PSG ha sofferto, perché nelle precedenti 5 stagioni avevano sempre superato i 100 punti :D
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
L'Auxerre rompe gli indugi. Il successore di Remi Garde è André Villas-Boas
La decisione è stata presa e l'Auxerre ha deciso di affidare la sua panchina ad André Villas-Boas. È chiaro l'intento da parte dei Blanc et Blues di dare un taglio al passato, e Paul Le Guen in molte cose ricordava troppo Remi Garde, e puntare invece su un tecnico con idee diverse, che porterà sicuramente in Borgogna quella ventata di aria fresca che serve per non far adagiare sugli allori una squadra che dopo il successo in Ligue 1 potrebbe avere la pancia un po' piena. Nuovo tecnico vuole anche dire rischio di una mini rivoluzione, sia tattica che tecnica, con diversi giocatori che potrebbero lasciare l'Auxerre. Classe 1977 il curriculum di Villas-Boas parla da solo. L'inizio della sua carriera è a dir poco scintillante. Ad appena 34 anni riesce a vincere con il Porto non solo il campionato e la coppa nazionale, ma porta i Dragoes a conquistare addirittura l'Europa League, trascinato da un Radamel Falcao in stato di grazia (17 reti nella competizione). Sembrava l'inizio di una grande carriera per uno dei discepoli di José Mourinho, e invece le successive due esperienze in Premier League al Chelsea prima e al Tottenahm Hotspur dopo si rivelano dei clamorosi buchi nell'acqua. Va un po' meglio in Russia, dove con lo Zenit vince il campionato, la coppa nazionale e la Supercoppa, gli ultimi successi della sua carriera. Poi va in Cina allo Shanghai SIPG e infine al Marsiglia, dove porta l'OM ad un secondo posto prima di dare le dimissioni la stagione successiva a metà campionato per divergenze con la società

villas-boas.jpg
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
Cedric Duary: "Villas-Boas è un grande allenatore. Avevamo bisogno di nuovo stimoli".
Chiusa la parantesi Remi Garde in casa Auxerre si apre l'era di André Villas-Boas che avrà l'arduo compito di non far rimpiangere il suo predecessore. Il direttore sportivo Cedric Daury spiega i motivi che hanno spinto la società a puntare sul tecnico portoghese: "Nulla contro Paul Le Guen. È un allenatore molto bravo e preparato, ma noi avevamo bisogno di un profilo completamente diverso. Quando lavori per 6 anni con lo stesso tecnico, e poi vai a prendere un mister molto simile, c'é il rischio che la squadra possa non trovare stimoli e dare tutto per scontato, invece l'arrivo di Villas-Boas rimescola un po' le carte in tavola. È sicuramente un rischio, ma l'ambiente aveva bisogno di questo cambiamento. Andrè e un grandissimo allenatore che sa cosa vuol dire giocare sotto pressione e vincere. In carriera ha vinto tanti trofei, anche prestigiosi come l'Europa League, e i suoi metodi di lavoro sono sempre stati molto apprezzati. Conosce molto bene il campionato avendo allenato per diverso tempo il Marsiglia, quindi sa come funziona la Ligue 1 e questa è una cosa importante. Il mercato? Lavoreremo a stretto contatto con Villas-Boas. A differenza di Garde che ci lasciava molta carta bianca, André è un tecnico a cui piace confrontarsi con chi fa il mercato, suggerendo giocatori oppure cestinandoli se non gli piacciono perché non sono idonei per il modo che ha di vedere lui il calcio. Parlare di rivoluzione è presto e in più è anche contro producente. Noi vogliamo mantenere i nostri big e aggiungere qualche valida alternativa dove serve, ma per queste cose c'é comunque tempo, ne parleremo con il mister quando arriverà il momento".

daury.jpg
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
André Villas-Boas: "Non ho paura dell'eredità di Garde. Sono un vincente nato".
Se l'Auxerre aveva bisogno di una scossa non si può certamente negare che l'arrivo di André Villas-Boas ha decisamente scombussolato l'ambiente borgognone. Dalla pacatezza nei modi e nel porsi di Remi Garde, si è passati alla vivacità e all'egocentrismo del tecnico portoghese, che non per nulla viene dalla scuola di José Mourinho, una che sa bene cosa vuol dire catturare l'attenzione mediatica. Il nuovo allenatore dell'Auxerre si presenta subito con parole chiare e dirette: "Lo scorso campionato staff e giocatori hanno scritto una bellissima storia di calcio vincendo la Ligue 1 dopo tanti anni di dominio da parte del PSG, ma adesso però bisogna voltare pagina e guardare al presente. Vogliamo rimanere ancora ai vertici del calcio francese e sono sicuro che abbiamo le risorse finanziare e tecniche per poter competere con le grandi del calcio d'Oltralpe. Il mio predecessore ha svolto un lavoro fantastico, partito dalle fondamenta, ma se sono venuto qui è perché credo nel proseguo di questo progetto. Non ho nessuna paura di prendere l'eredità di Garde, so cosa vuol dire giocare per vincere e io sono un vincente nato. Il mio palmares è il mio biglietto da visita, non ho altro da aggiungere. Vengo qui portando la mia idea di calcio e se ci saranno rivoluzioni o meno dipenderà molto dai giocatori. Voglio gente che crede ancora in questo progetto, che ha ancora fame di vittorie, ma chi si sente pieno o arrivato per aver vinto la Ligue 1 può fare le valige e trovarsi una nuova squadra. Le figurine le collezionano i ragazzini, io ho bisogno di gente che non si deve accontentare di aver vinto un campionato".

villas-boas.jpg
 

Gero

Esordienti
23 Marzo 2020
135
124
43
PSN ID
Horn-85
Mister a questo punto, pensa di rivoluzionare anche l'assetto tattico tecnico di una squadra ormai ben definita dal suo predecessore? Per meglio dire, cambierà il modulo di gioco? Sarà una grossa responsabilità.
 
  • Like
Reactions: Ronin e Xabier

giuliosr

Prima squadra
21 Settembre 2017
10,069
12,149
113
Si a Superstar non ho avuto grandi problemi. Al limite posso mettere a Leggenda anche il Lens che da un paio di stagioni sta facendo dei buoni campionati e sta lottando per l'Europa League. Così facendo dovrei passare a 20 match a Leggenda e 18 a Superstar. Mi sembra un buon compromesso, cosa ne pensi? Comunque ho anche beccato la stagione dove il PSG ha sofferto, perché nelle precedenti 5 stagioni avevano sempre superato i 100 punti :D
allora ho dato una rapida occhiata all'avventura romanista
Nell'anno dello scudetto,un po faticando ho chiuso con 87 punti,che probabilmente in Francia non basterebbero per cui il tuo compromesso mi sembra abbastanza buono.Conseguenzialmente anche in Europa la forbice delle partite al Leggenda si dovrebbe poco poco ampliare.
Nell'anno post scudetto,ancora in stand by,ho messo 21 match a leggenda .
Cmq penso che sia un'ottimo compromesso il tuo che dovrebbe rendere il tutto più accattivante,
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
Mister a questo punto, pensa di rivoluzionare anche l'assetto tattico tecnico di una squadra ormai ben definita dal suo predecessore? Per meglio dire, cambierà il modulo di gioco? Sarà una grossa responsabilità.
Non penso. Alla fine è un gioco e bisogna anche divertirsi e io con il 3-4-1-2 mi trovo molto bene. È il mio modulo e non ci rinuncio . Sarà Villas-Boas a diversi adattare :D e poi per altri moduli dovrei rivoluzionare la rosa, e già adesso sto cercando di rimescolare un po' le carte
 
  • Like
Reactions: Gero e Xabier

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
allora ho dato una rapida occhiata all'avventura romanista
Nell'anno dello scudetto,un po faticando ho chiuso con 87 punti,che probabilmente in Francia non basterebbero per cui il tuo compromesso mi sembra abbastanza buono.Conseguenzialmente anche in Europa la forbice delle partite al Leggenda si dovrebbe poco poco ampliare.
Nell'anno post scudetto,ancora in stand by,ho messo 21 match a leggenda .
Cmq penso che sia un'ottimo compromesso il tuo che dovrebbe rendere il tutto più accattivante,
Anche in Europa uso lo schema Leggenda / Superstar in base alla forza dell'avversario. In Champions League ho giocato a Leggenda con l'Atletico Madrid, e sempre a Leggenda con lo Zenit in trasferta. In Europa League due stagioni fa Leggenda in entrambi i match con Valencia (sedicesimi), Marsiglia (ottavi) e Real Sociedad (quarti), mentre la passata stagione dopo essere uscito ai gironi di Champions, ho fatto Superstar con il Celtic (sedicesimi), e Leggenda con Leicester City (ottavi) e Sporting Lisbona (quarti)
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
News Mercato

arrow green.png Parte un po' in sordina il mercato dell'Auxerre. Il primo volto nuovo che sbarca in Borgogna è quello di N'Dri Koffi, con l'attaccante franco-ivoriano che ritorna di nuovo in patria dopo diverse stagioni passate ai portoghesi del Paços Ferreira. Un operazione minore per i biancoblu che hanno speso appena 3 milioni di euro

arrow red.png La spesa per Koffi viene ammortizzata dalla cessione di Lassine Sinayoko. Dopo sei stagioni all'Auxerre la punta franco-maliana decide di intraprendere una nuova avventura e per 5 milioni di euro si accasa al Lens
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
News Mercato

arrow green.png Colpo in difesa per l'Auxerre che annuncia l'arrivo di William Saliba. Il centrale francese all'Arsenal era ormai ai margini del progetto dei Gunners e con una spesa di 17 milioni di euro i borgognoni riportano in patria l'ex giocatore del Saint-Etienne


arrow red.png In uscita c'é invece da segnalare l'addio di Félix Eboa Eboa. Il difensore camerunense resta in Ligue 1 e per 4 milioni di euro approda al Nantes
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
News Mercato

arrow green.png Continua a riportare giocatori in patria l'Auxerre, così dopo Koffi e Saliba, è il turno di Niels Nkounkou fare ritorno in Francia. Il terzino sinistro transalpino, che va a prendere il posto di Gael Clichy che ha appeso gli scarpini al chiodo, è stato prelevato dallo Standard Liegi per 6 milioni di euro
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
News Mercato

arrow green.png Con un Nordin Amrabat che ha detto basta con il calcio giocato, l'Auxerre rinforza la fascia sinistra con l'acquisto dal Fluminense di Everton. Un ritorno in Europa per "Cebolinha" che ha giocato un paio di stagioni al Benfica. Per l'esterno brasiliano il club francese ha versato nelle casse del Fluminense 10 milioni di euro
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
News Mercato

arrow red.png Clamorosa cessione da parte dell'Auxerre che annuncia l'addio di Sofiane Boufal. Il capitano dopo 6 anni in Borgogna aveva voglia di intraprendere una nuova avventura. Troppo forte il richiamo dei petroldollari da parte dell'Al Hilal, con i sauditi che pagano 5 milioni di euro ai Blanc et Blues e ricoprono di soldi il fantasista marocchino con un contratto faraonico. Va così via il perno più importante nella crescita dell'Auxerre che adesso è caccia di un degno sostituto
 

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
Cedric Daury: "Boufal è una grande perdita, ma aveva voglia di andare via".
La notizia dell'addio di Sofiane Boufal ha un po' scosso tutto l'ambiente biancoblu. Sarà dura non vedere più il marocchino dopo 6 stagioni a dispensare calcio e magie, ma l'ormai ex capitano ha voluto intraprendere una nuova avventura, forse l'ultima della sua carriera, pensando più al portafoglio con un ricco contratto strappato ai sauditi dell'Al Hilal. A Foot Mercato il direttore sportivo Cedric Daury commenta l'addio di Boufal: "Dispiace molto perdere un giocatore come Sofiane. In questi sei anni è stato il perno e il faro della squadra vivendo in prima persona la crescita dell'Auxerre, e con la fascia da capitano al braccio ha sollevato prima la Coppa di Francia e poi la Ligue 1, immagini che resteranno per sempre nella storia del nostro club. La sua è una perdita importante che ci costringe e cercare un degno sostituto, ma Boufal voleva andare via. Alla sua età credo che sia anche normale pensare al futuro dopo aver smesso. Non è certamente il primo giocatore che va svernare in Arabia Saudita perché attirato dai ricchi contratti che possono permettersi a quelle latitudini".

daury.jpg
 
  • Like
Reactions: Xabier e Gero

Ronin

Prima squadra
Moderatore
7 Gennaio 2011
23,050
45,094
113
André Villas-Boas: "Everton e Saliba due grandi aggiunte. Boufal? Nessuno è indispensabile".
Con il mercato ancora nella sua fase bollente l'Auxerre ha già messo a segno 4 acquisti, con due giocatori conosciuti al grande pubblico come Saliba ed Everton e altri due (Koffi e Nkounkou) che sono invece tutti da scoprire, e gli arrivi probabilmente non si fermeranno qui, visto che l'Auxerre dovrà sostituire pure Boufal che ha deciso di andare a giocare in Arabia Saudita. Intanto dalle pagine di France Football il neo allenatore André Villas-Boas parla del mercato che sta facendo la sua squadra: "Sono molto soddisfatto su come ci stiamo muovendo sul mercato. Sono tutti i giorni a contatto con il nostro DS per valutare i giocatori da dover acquistare. Gli arrivi di Everton e Saliba hanno avuto il mio benestare perché sono calciatori già affermati e ci fanno fare un notevole salto di qualità, ma stiamo ancora cercando una punta e un centrocampista centrale, oltre ovviamente ad un trequartista dopo la partenza di Boufal. Mi sarebbe piaciuto allenarlo ma non mi strappo i capelli se è andato via. Nessuno è indispensabile e tutti sono sostituibili, bisogna solo inquadrare il profilo giusto e in giro giocatori tecnicamente validi ce ne sono molti".

villas-boas.jpg
 

Gero

Esordienti
23 Marzo 2020
135
124
43
PSN ID
Horn-85
Rivoluzione in casa Auxerre, con l'uscita di Boufal chi sostituirà un assenza in mezzo al campo così decisiva?
Quali nomi si fanno in casa del club della Borgogna?
 
  • Like
Reactions: Ronin e Xabier